Home Viaggi Viaggiare una settimana in Sardegna partendo da Olbia

Viaggiare una settimana in Sardegna partendo da Olbia

232
0
sardegna

L’oggetto della nostra guida di oggi è una meta di grande spicco all’interno dell’offerta turistica del Bel Paese. Stiamo parlando della Sardegna, luogo d’interesse di protagonisti dello star system e personaggi celebri in generale provenienti da ogni angolo del globo. La Sardegna è un’isola dalla bellezza straordinaria, in grado di stupire proprio chiunque grazie alla versatilità della sua proposta. Chiunque, infatti, può trovare in Sardegna un modo per divertirsi e vivere un’esperienza indimenticabile, a prescindere dal budget.

La Sardegna è un vero e proprio luogo magico, ideale per gli avventurieri, ma anche per chi desidera relax senza compromessi o, semplicemente, si dedica un soggiorno fugace alla scoperta di sé stesso. Ovviamente, come per qualsiasi altra location, anche la bella isola italiana necessita di una certa pianificazione, utile a poter sfruttare a pieno ogni istante che si vive sul posto. Vivere la Sardegna, infatti, non significa necessariamente trascorrere tutta l’estate lì o, comunque, un lasso di tempo lungo.

Con una buona organizzazione, infatti, è possibile visitare moltissimi punti di interesse, dedicarsi al proprio comfort rilassandosi e non farsi mancare nulla. È chiaro che, in ogni caso, per fare tutto questo necessiterete di alcuni giorni. Possiamo affermare che una settimana sia sufficiente se ci si muove con consapevolezza e rispettando una tabella di marcia non esente da soste utili a distendere i nervi e respirare l’aria di quest’isola magica.

Viaggiare in Sardegna partendo da Olbia, i migliori consigli per spostarsi

Prima di addentrarci nell’itinerario ideale per poter godere delle bellezze della Sardegna in una settimana, riteniamo opportuno fare un piccolo inciso sulle possibilità che si hanno in termini di spostamenti. Ebbene, partendo da Olbia chi desidera vivere quest’esperienza nel pieno del relax e non intende pianificare troppo, concentrandosi sul benessere personale senza il minimo stress causato dalla possibilità di tardare sulla tabella di marcia o perdersi con mezzi propri, può puntare su soluzioni come il noleggio auto con conducente, ad esempio e il transfer aeroporto olbia. Possiamo, ora, entrare nel merito consigliandovi le mete ideali per la vostra settimana sarda!

Golfo Aranci

Il primo giorno deve essere assolutamente dedicato ad una delle spiagge più belle della Sardegna. Golfo Aranci offre uno spettacolo straordinario a chi lo visita, grazie ad una commistione di verde e mare stupefacente. Inoltre, la location propone numerose attività acquatiche ricreative come l’avvistamento dei delfini in libertà, lo snorkeling e le immersioni. Spiaggia Bianca è la soluzione migliore per chi desidera il comfort, mentre gli avventurieri possono puntare sull’avvincente Cala Moresca dove regna la natura.

Costa Smeralda

Come pensare di visitare la Sardegna e non fare tappa in Costa Smeralda. Soprattutto se il vostro obiettivo è rilassarvi, non potete esimervi dal godere delle bellezze della meta designata di VIP italiani ed internazionali. Pullulante di ville e resort di altissimo pregio, la Costa Smeralda presenta moltissimi must: da Porto Cervo a Palau e l’Arcipelago della Maddalena, arrivando a Porto Rotondo e alla spiaggia di Cala di Volpe.

Arzachena e Santa Teresa di Gallura

La bellezza della natura e dei complessi nuraghi, Patrimonio mondiale dell’umanità. Una realtà rurale che non può mancare, a cui dedicare il terzo giorno insieme al caratteristico borgo di Santa Teresa di Gallura, con un centro storico affascinante e poco conosciuto dai turisti. A qualche chilometro da lì, poi, si può visitare la meravigliosa Valle della Luna.

San Teodoro

Al quarto giorno potrete allungarvi verso il paesino di San Teodoro con le sue bellissime spiagge caraibiche. Un modo perfetto per rilassarvi senza perdervi nulla!

Golfo di Orosei

Il quinto giorno dovrete dedicarlo al Parco Nazionale del Gennargentu, una meta obbligata per chi desidera visitare la vera Sardegna con le spiagge incontaminate e le bellissime calette del Golfo di Orosei. Il trekking nel Parco è abbastanza impegnativo, ma non impossibile e regalerà a chi lo compie degli scorci indimenticabili che renderanno ancor più prezioso il vostro soggiorno in Sardegna.

La Barbagia

Spostandovi nell’entroterra nei pressi di Nuoro, sarà possibile vivere la Sardegna più folkloristica, con le sue arti e gli antichi mestieri. Nella Barbagia potrete ritornare all’Isola che fu, quella lontana dai turisti e dalle edulcorazioni, gustando piatti tipici e vivendo tradizioni e rituali tipici. I piccoli borghi incastonati tra le montagne della Barbagia presentano highlight tutti da scoprire come i murales del centro storico di Orgosolo, in grado di rompere l’atmosfera antica che si respira con elegante fragore.

Olbia

Giunti al termine della vostra avventura in Sardegna, potrete dedicare un po’ di attenzione ad Olbia, visto che farete rientro a casa proprio dal suo aeroporto. La città offre un centro storico molto caratteristico, in cui segnaliamo il Museo Archeologico e le piazze di Corso Umberto I, oltre alla necropoli della Basilica di San Simplicio per gli appassionati di storia. Tornando a casa, porterete con voi un ricordo meraviglioso della vostra esperienza sull’isola e la promessa di tornarci al più presto.

Previous articleCosa regalare ad un’amica in dolce attesa: 6 idee a prova di portafoglio
Next articleOrganizzatore di eventi: chi è, cosa fa e quanto guadagna?