Home Viaggi Porto Selvaggio: una meraviglia da non perdere nel Salento

Porto Selvaggio: una meraviglia da non perdere nel Salento

1048
0
porto selvaggio

Il Salento è una terra ricca di cultura e di bellezza paesaggistica: migliaia di turisti ogni anno lo scelgono per le sue spiagge da cartolina e le sue acque cristalline. Situato nella parte più meridionale della Puglia, si può raggiungere sia in aereo (atterrando all’aeroporto di Brindisi) che in macchina. Tra le destinazioni da non perdersi assolutamente durante una vacanza in Salento non possiamo non citare Porto Selvaggio. Come suggerisce il nome, si tratta di un luogo incontaminato e incorniciato da una natura rigogliosa.

Il Parco naturale di Porto Selvaggio

Porto Selvaggio si trova a Nardò, un piccolo comune in provincia di Lecce. Più precisamente si trova a metà strada tra Gallipoli e Porto Cesareo: se alloggiate in una di queste due città non potete non passarci. Dal 1980 l’area di Porto Selvaggio è un parco naturale steso su ben 1.000 ettari di territorio, di cui la maggior parte è territorio costiero.

La pineta che circonda la spiaggia è perfetta per trovare rifugio nelle ore più calde e riposare all’ombra degli alberi. Il centro del Parco naturale è composto da una piccola spiaggia di ghiaia e ciottoli, sempre molto affollata nei periodi di alta stagione. Il mare color smeraldo è incorniciato da una bassa scogliera. Insomma, Porto Selvaggio ha tutte le carte in regola per presentarsi come un vero e proprio paradiso marittimo nostrano.

Non ha nulla da invidiare alle spiagge dei Caraibi: vedrete che la vostra vacanza in Salento sarà indimenticabile grazie a questo luogo.

Cosa vedere a Porto Selvaggio

Vi consigliamo di raggiungere il parco tramite l’ingresso nei pressi di Santa Caterina, frazione di Nardò, in località di Villa Tafuri. Da questo ingresso potrete scegliere poi quale località visitare, tra le tante presenti lungo tutta l’estensione del parco naturale. Il principale vantaggio è che si può disporre di percorsi segnalati tramite i quali raggiungere i vari luoghi. Per cui, sarà sufficiente affidarsi alle indicazioni per non sbagliare.

Se vuoi trascorrere una piacevole vacanza nei pressi di Porto Selvaggio, la soluzione potrebbe essere Porto Selvaggio Resort, un residence dotato di tanti comfort, tra cui una piscina dove potersi rilassare e divertire.

La spiaggia di Porto Selvaggio

La baia di Porto Selvaggio, che tra l’altro dà il nome all’intero parco, e sicuramente la spiaggia più frequentata della zona. Si può raggiungere facilmente tramite un sentiero nella pineta in una ventina di minuti. Il panorama che si può godere dalla baia è spettacolare, una finestra su un mare cristallino e pulito. Si può prendere il sole e fare il bagno, ma se volete tuffarvi dagli scogli vi consigliamo di allontanarvi dalla spiaggia, dove il fondale del mare è particolarmente basso.

Dirigendovi verso Gallipoli, uno scorcio imperdibile sicuramente la Torre di Santa Maria dall’Alto, ovvero un’antica torre di avvistamento che offre una splendida panoramica su tutta l’area del parco naturale. Si possono seguire anche dei percorsi per visitare le grotte come la grotta Gaia, accessibile a piedi, o la grotta Verde, che si può raggiungere facilmente con poche bracciate di nuoto dalla piccola spiaggia.

Baia di Uluzzo

Un’altra baia che merita assolutamente di essere visitata è la baia di Uluzzo, che si trova però nella direzione di porto cesareo. Forse questo è lo scorcio più emozionante dell’intera area del parco naturale, però purtroppo è anche il più difficile da raggiungere.

Si può arrivare in macchina fino al locale Il Fico d’India, dopodiché si deve necessariamente proseguire a piedi lungo un sentiero pendente. Chiaramente è opportuno attrezzarsi con un abbigliamento adatto e delle calzature in grado di garantirvi stabilità e presa sul terreno anche quando impervio e scosceso. La fatica sarà completamente ripagata dal panorama che si aprirà ai vostri occhi. Vi consigliamo di rimanere fino al tramonto per un’esperienza veramente emozionante e indimenticabile.

Ma non solo: la baia di Uluzzo è nota anche per costituire un sito archeologico molto importante. Nelle varie grotte che circondano la baia, come la grotta Cosma e la grotta del Cavallo, sono stati rinvenuti dei reperti risalenti a più di 120 mila anni fa: alcuni risalgono all’uomo di Neanderthal!

Anche Serra Cicoria è un importante sito archeologico, con i suoi vasi di terracotta e strumenti del neolitico.

Come arrivare a Porto Selvaggio

Il parco naturale di Porto Selvaggio può essere facilmente raggiunto tramite l’autobus 104 che parte da Porto Cesareo, Gallipoli e Lecce. Tuttavia per godersi al meglio la propria vacanza in Salento, consigliamo sempre di noleggiare un’automobile propria se si arriva in aereo o in treno.

L’unico parcheggio del parco naturale si trova in prossimità della pineta e costa tre euro per una giornata intera oppure un euro all’ora. Dal parcheggio, la spiaggia dista circa un chilometro. Da qui, come abbiamo precedentemente detto, sarà facile seguire le indicazioni dei vari percorsi e raggiungere le località di Porto Selvaggio.