Home | Rubriche | Cucinando Fuori Sede | Fish on Chips “Italian Version”
Fish on Chips “Italian Version”

Fish on Chips “Italian Version”

Nicola Candela | 24 luglio 2015 | Cucinando Fuori Sede, Rubriche

 

Oggi ci spingiamo oltre la manica e vi proponimao un grande classico delle cucina anglosassone, in un versione rivisitata: il fish&chips

Ingredientifish&chips corpo

  • 250 grammi di filetto di merluzzo
  • 30 grammi di farina
  • 100 grammi di corn flakes
  • 3 uova
  • 2 Patate
  • 1 Cipolla
  • 40 grammi di salsa barbecue
  • 1 cucchiaio di miele
  • 10 pomodorini pachino
  • 40 grammi di misticanza
  • sale q.b.

Tagliate il filetto a pezzi grossi, ed immergeteli nella casseruola contenente 3 uova, amalgamate con la farina e con un pizzico di sale. In una seconda citola sbriciolate i Corn Flakes  e panate i pezzi di filetto. A questo punto sbucciate le patate e grattucciateli, le patate dovrebbero essere tagliate più larghe, come scaglie:  una volta grattugiate, tenetele in acqua fino al momento della cottura in padella con un filo d’olio, cercando di creare la forma di un disco con le patate fritte (le nostre Chips).

Le Ricette di Nicola Candela (Ex-studente fuori-sede)

In una altra padella fate appassire una cipolla affettata finemente aggiungendo un po’ d’acqua, il miele e la salsa barbecue.

Per bilanciare il sapore del piatto cerchiamo di creare un po’ di acidità: scottate una manciata di pomodorini in una padella rovente. A questo punto friggete il merluzzo in abbondante olio di semi (consiglio di usare una padella alta) e cuocete le patate in un padella normale con un filo d’olio. Impiattate adagiando il merluzzo fritto sul letto di misticanza, salatelo, e guarnite il piatto aggiungendo le patate, le cipolle glassate e il pomodorini.

Enjoy your meal!!

 

Le Birre da abbinare al piatto

Un ottimo abbinamento per il Fish and Chips è, oltre alle classiche birre in stile Pils, Lagher, Bitter, è la birra in stile Black I.p.a, anche chiamata Casciadian Dark Ale, nome che ricorda la zona di provenienza (U.S.A) in cui sono nate le prime sperimentazioni dello stile.

Infatti la Cascadian Dark Ale, se così preferiamo chiamarla, è uno degli stili più recenti diffusi in America,  è una birra che nasce dal connubio fra malti scuri e luppolature aromatiche, tipiche della tradizione made in U.S.A. In particolare questo stile predilige luppolature speziate, floreali, citrate, alcuni esempi dei luppoli utilizzati, giusto per citare qualche celebre nome della tradizione: il Columbus, il Centennial, Chinook, Amarillo, Cascade e il Simcoe. Il sapore delle Dark Ale rimane poco stucchevole, nonostante il malto scuro, che però in questo caso presenta aromi ridotti di tostatura e quindi un gusto meno affumicato di una classica birra Porter o Stout (birre scure ben tostate, con aromi intensi), che si apre addirittura ad un finale secco : complessivamente le Dark sono birre anche amare (da qui il nome black I.P.A)ma ben equilibrate, che presentano retrogusti originali leggermente secchi o aciduli, mai stucchevoli, anzi, davvero rinfrescanti.

Birre reperibili presso i supermercati download

Birre in stile Lagher, Pils o Bitter, preferibilmente se tedesche, inglesi, belga o olandesi. Qualche esempio già citato negli articoli precedenti: “Bitter and Twisted” di Harveistoun, “Organic Ale” “Grapefruit”,“Best Bitter” del birrificio inglese St. Peter.

Si accompagnano molto bene al piatto della settimana anche birre in stile I.p.a classiche e non eccessivamente alcoliche, tra le quali troviamo: la “Bia I.p.a” del birrificio Ducato o per esempio la versione Italian Pale Ale del birrificio Amarcord, oppure la birra chiamata “Long Hammer” in stile I.p.a, del birrificio Red Hook, che consiglio in quanto, nonostante sia una birra che circola in circuiti commerciali, è davvero di buona qualità.

Per quanto riguarda la birra in stile Black Ipa al momento non ci sono nomi significativamente qualitativi: ma potete comunque sperimentare lo stile, muovetevi verso il reparto delle birre scure e assicuratevi che si tratti di una Black I.P.A o di una Cascadian Dark Ale, attenzione perché le birre in stile Porter o in stile Stout sono ben diverse come sapore.. !

Birre reperibili presso Beershop o Birrifici di produzione artigianale

  • Prima fra tante la birra “Black Maria”, del birrificio norvegese Tool.
  • Birra americana “Blindfold”, del birrificio Sierra Nevada, di cui segnalo anche la ottima I.p.a.
  • La Black chiamata “Raven” del birrificio Thornbridge.
  • La “Black I.p.a” di Emelisse.
  • Birre “Libertyne” Black I.p.a, del birrificio scozzese Brewdog.
  • Birra “Dark Side”  del birrificio Arbor Brewing.

Il birrificio della settimana è piemontese, precisamente di Neive (Cn), si chiama Citabiunda e propone la sua birra in stile Cascadian Dark Ale chiamata “Milf”. Una birra dal colore scuro, 6.8 gradi alcolici, anche soprannominata :“ Mamma italia, libera e fallita”!  Una birra che fa parlar di sé, al naso e alla bocca i luppoli americani esaltano un sapore agrumato e lievemente secco, i malti tostati invece apportano lieve note di caffè e un retrogusto che vanta una leggera acidità: che,in questo modo, pulisce il palato da qualsiasi tipo di aroma in evidenza, bilanciando sapientemente un gusto importante e, allo stesso tempo, fresco e beverino. D’altronde quando in un giorno di mezza estate decidiamo di mangiare il Fish and Chips, dobbiamo anche essere consapevoli del bisogno di freschezza e pulizia che il nostro palato richiede, che accompagna il nostro pasto con delicatezza, esaltandone il sapore autentico e non semplicemente quello della frittura. Per qualsiasi info sul birrificio Citabiunda e la loro produzione, segnalo il sito internet di riferimento: www.birrificiocitabiunda.it.

Per i buongustai più spavaldi

fishFANTOME CHOCOLATELieta di presentarvi la birra delle birre, colei che racchiude in sé così tante particolarità, tutte in un unico stile chiamato Belgian Ale (Alta fermentazione belga). Lei è “Chocolat” di Fantôme, uno dei più eccentrici e qualitativi birrifici in circolazione della zona (Belgio): in questa birra, precedentemente chiara, è stato aggiunto il cacao in polvere e una spezia al peperoncino. Birra ambrata dalla bianca schiuma, ai lievi aromi di camomilla, miele millefiori e cereali, equilibratissimi. Il gusto è croccante, ricorda lievemente il sapore della crosta di pane che si incontra con il peperoncino, lasciando un lieve e piacevole pizzicore in bocca. Ed è ecco che subentra il sapore del cacao, con un amaro equilibratissimo al cioccolato, delicatamente accennato.

A ciascuno il suo: a ogni birra il suo bicchiere

I Consigli sulle Birre di  Sofia Campanini  (Esperta Birraia)

Birra in stile Lagher, Golden Ale, Bitter, Pils e I.P.A : Entrambi i bicchieri vanno bene, Altglass o Tumbler, sono bicchieri alti, stretti e di forma cilindrica (tipicamente da 0,4cl).

Birre in stile Belgian Ale:  Bicchiere chiamato “Ballon”, la sua forma sferica e il bordo alto a forma di tulipano, leggermente ristretto in superficie, esalta gli aromi della birra.

Commenti

commenti