Home | Archivi dell'autore: Emanuele Cusumano

Archivi dell'autore: Emanuele Cusumano

Alcamo: San Paolo sostituito dalla statua di Garibaldi

Particolare della facciata della Chiesa dei Santi Paolo e Bartolomeo di Alcamo.

È quantomeno singolare che un personaggio laico e anticristiano sia finito per essere S. Paolo Questa l’osservazione di Luigi Culmone, giornalista nonché da sempre cultore della storia, specie di quella alcamese. Dalle informazioni forniteci dal Dott. Culmone, vi sarebbe un particolare alquanto curioso nel prospetto della Chiesa dei Santi Paolo e Bartolomeo di Alcamo. Infatti la statua posta nella nicchia centrale, ovvero al di sopra del portale, sarebbe una rappresentazione di Giuseppe Garibaldi ossia una figura decisamente antitetica a quella dell’Apostolo Paolo. Il fedeli pertanto, da circa un secolo, accettano inconsapevolmente per sacra quella che è la figura di un ... Continua a leggere »

Alcamo e Carboneria: la rivoluzionaria società segreta

Diploma di affiliato alla Carboneria del 1820.

L’ordine di arresto di 94 alcamesi, la “baracca” ovvero la sede della carboneria nella città di Alcamo e il Gran Maestro della “Vendita” Carbonara cioè l’equivalente della “loggia” per la massoneria. Questa era Alcamo nella prima metà del XIX secolo. In un contesto nel quale ad opera del Re Ferdinando I di Borbone venne unificato nel 1816 il Regno delle Due Sicilie, nacque e si sviluppò la famigerata “Carboneria”. Quest’ultima seppure nata originariamente nel Regno di Napoli si pose principalmente l’obiettivo di dotare i paesi Europei di una Costituzione democratica nonché di un valido Parlamento. Ma torniamo ad Alcamo. La ... Continua a leggere »

Alcamo: Il museo d’Arte Sacra all’ interno della Basilica

Parte dell'area dedicata a funzione museale

Oltre 400 metri quadrati di area espositiva per un totale di 150 opere esposte. Così è strutturato il Museo di Arte Sacra della Basilica di Santa Maria Assunta ad Alcamo. Realizzato nel 2010 nei locali adibiti a sacrestia per iniziativa dell’allora Arciprete della Basilica Mons. Antonio Treppiedi, può vantare al suo interno numerosi dipinti, sculture, gioielli e vari oggetti sacri. Il Museo è aperto dal lunedì al sabato dalle ore 10:00 alle 12:00 e il martedì anche dalle 16:30 alle 19:30. Di seguito due delle tante opere che possono essere ammirato all’interno del Museo:       Continua a leggere »

Sacra Spina – una delle più importanti reliquie della cristianità ad Alcamo

Reliquiario in argento del 1636 contenente la Sacra Spina.

Tre furono le spine della Corona di Gesù Cristo che giunsero nel 1535 in Alcamo, ma oggi solo una di esse è ancora custodita e venerata nella quattrocentesca Cappella dello Spirito Santo all’interno della Basilica di Santa Maria Assunta. Le tre spine furono portate ad Alcamo nel 1535 da un soldato facente parte del seguito dell’Imperatore Carlo V, quest’ultimo infatti quello stesso anno giunse in Città al ritorno dalla vittoriosa campagna per la conquista di Tunisi. Ciò nonostante secondo alcune fonti sarebbe errato dedurre che le spine furono trafugate in quell’occasione dai territori del Nord Africa, bensì sarebbero state sottratte ... Continua a leggere »

I lavori del futuro – L’innovazione raccontata da Alessandro Cacciato

Cacciato-Castellammare

La scuola sta preparando in modo adeguato i ragazzi per entrare nel mondo del lavoro intorno al 2030? I lavori attuali con che velocità stanno cambiando? Siamo coscienti dei pericoli in cui possiamo incorrere in un mondo altamente digitalizzato? Questi i quesiti dai quali domenica 24 febbraio alle ore 17:00 presso il ristorante La cambusa di Castellammare del Golfo, trarrà spunto Alessandro Cacciato, nota figura all’interno del settore delle imprese e delle startup, nonché autore del libro Il Sud Vola, per trattare con l’entusiasmo che lo contraddistingue il mondo delle imprese e delle tecnologie rapportate al presente, al passato ma ... Continua a leggere »

Il Beato che visse ad Alcamo e fondò la Chiesa di S. Maria di Gesù

L'urna contenente le spoglie del Beato Arcangelo da Calatafimi sita all'interno della Chiesa di Santa Maria di Gesù ad Alcamo.

Tutt’oggi ad Alcamo è ricordato con un’insegna il luogo in cui il Beato soleva ritirarsi in preghiera, ovvero una grotta in Via Allegrezza ad Alcamo, nei pressi della Chiesa di Santa Maria di Gesù. Stiamo Parlando del Beato Arcangelo Placenza da Calatafimi (1390-1460). La storia di questo Beato molto ricorda quella di San Francesco d’Assisi e forse non casualmente nella sua vita vestirà gli abiti dei Frati Minori Osservanti e fonderà come da titolo la Chiesa di Santa Maria di Gesù al cui interno è ancora fortemente venerato, come dimostrano le Sue spoglie custodite in un’urna. Beato Arcangelo nacque a ... Continua a leggere »

Alcamo: il Santo patrono prima della Madonna dei Miracoli

Cappella dedicata a Maria SS. Dei Miracoli all'interno del Santuario. La Vergine fu incoronata il 21 giugno 1784.

Santu Patri (Santo Patrono) Questo è l’appellativo che tutt’oggi gli alcamesi utilizzano per designare San Francesco di Paola, ciò nonostante sarebbe errato concludere che fu egli l’antico patrono della Città. Il patronato di Alcamo venne conferito nel 1547 alla Madonna dei Miracoli, alla quale i fedeli diedero inizialmente il nome di Maria SS. Fonte della Misericordia, sostituito in seguito con l’attuale a causa dei numerosi miracoli a Lei attribuiti. Tale culto patronale però ne sostituì uno ben più antico, ovvero quello del Santissimo Crocifisso, che fino al 1547 era stato il Patrono della Città. La Chiesa del SS. Crocifisso sorge ... Continua a leggere »

Alcamo: il restauro di un quadro di oltre 400 anni

Carla Benenati, restauratrice alcamese all'opera.

Il quadro raffigurante l’Assunta restaurato da circa un anno ha finalmente trovato la sua piena riqualificazione. Il suddetto dipinto di 24 metri quadrati, adornato con una meravigliosa cornice in oro zecchino (secondo tradizione pagata ben 3 volte il valore del quadro), è ubicato all’interno dell’abside della trecentesca Basilica di Santa Maria Assunta in Alcamo, ovvero la Chiesa Madre. Esso venne realizzato nel 1605 ad opera dell’artista fiammingo Frans van de Kasteele (1541-1621), meglio conosciuto con il nome italianizzato “Francesco da Castello”, il quale si sarebbe addirittura ispirato all’Assunta di Tiziano Vecellio (1518). Finanziatori e promotori del restauro, il Rotary Club ... Continua a leggere »

L’imperatore paladino della cristianità ad Alcamo

Stemma di Carlo V Imperatore del Sacro Romano Impero, Carlo I, re di Spagna.

Enormi quantità di latte riversate dai nobili alcamesi nel “Fiume Freddo”, avrebbero accolto, secondo la tradizione, il grande Imperatore Carlo V d’Asburgo al suo arrivo nei pressi di Alcamo. Probabilmente fu l’uomo più potente dell’epoca, nel specifico all’arrivo ad Alcamo ovvero l’1 settembre 1535, poteva vantare i titoli di Imperatore del Sacro Romano Impero, Re d’Italia, Re delle Spagne e delle Indie (con il nome di Carlo I), Re di Napoli (con il nome di Carlo IV), Re di Sicilia e Re di Sardegna (entrambe come Carlo I) e Duca di Borgogna (come Carlo II). Le terre sotto il suo ... Continua a leggere »

Il furto dei gioielli della Madonna dei Miracoli

Il furto dei gioielli della Madonna

Vogliamo l’oro! Vogliamo l’oro! Attorniando la Chiesa di S. Paolo ad Alcamo, una popolazione di circa 30.000 persone urlava rabbiosa queste parole.  Era il 20 marzo 1904, ore 17:00. Ancora oggi ad Alcamo durante il periodo Quaresimale, sulle orme di una secolare tradizione religiosa, si svolge la processione detta “Penitenziale”, nella quale il simulacro di Maria SS. Dei Miracoli, patrona della città, viene trasferito dalla Chiesa Madre alla Chiesa di S. Paolo, per poi far successivamente ritorno alla Basilica. Tradizionalmente molto devoto alla Santa, il popolo alcamese negli anni ha avuto modo di esprimere la propria fede anche tramite i ... Continua a leggere »