- Ideazionenews - http://www.ideazionenews.it -

Captain Phillips – Attacco in mare aperto

Regia : Paul Greengrass
Distribuzione : WARNER BROS.PICTURES ITALIA
Produzione : MICHAEL DE LUCA PRODUCTIONS
Attori : Tom Hanks, Catherine Keener, Max Martini, John Magaro, Christopher Stadulis, Chris Mulkey, Michael Chernus, David Warshofsky, Corey Johnson, Yul Vazquez, Angus MacInnes, Riann Steele, Omar Berdouni
Durata : 02:14

Programmazione: dal 14 novembre al Cinema Empire – Partinico, ore 20:10 – 22:34

Il film racconta la storia vera dell’attacco di pirateria subito dalla nave americana Maersk Alabama nel 2009. L’imbarcazione che trasportava cibo ed aiuti umanitari fu attaccata da pirati somali. Il comandante Phillips venne preso in ostaggio mentre coraggiosamente tentava di salvare equipaggio e nave. 

Ecco cinque motivi per vedere il film. 

  1. Tom Hanks da nomination all'Oscar. L'attore americano già due volte premio Oscar per Philadelphia (1993) e Forrest Gump (1994) infila l'ennesima prova brillante e memorabile di una carriera ricca di successi. È lui il capitano Richard Phillips del titolo.
  2.  Dentro i dettagli tecnici e militari di un rapimento. Greengrass, il regista britannico di Bloody Sunday (2002), ci porta dentro la storia, mostrandoci tutti i dettagli di quei concitati momenti. Soprattutto seguiamo con apprensione e curiosità l'operazione di salvataggio da parte dei Navy SEALs.
  3.  Il confronto tra chi ha tutto e chi non ha nulla. "Deve esserci un altro modo di vivere che fare il pescatore e rapire persone" dice Phillips a Muse. "Forse in America. Forse in America", replica mestamente Muse. In questo scambio di battute c'è tutto l'asfissiante divario tra chi ha tutto e chi non ha nulla, tra le aree ricche della Terra e quelle drammaticamente povere.
  4. Avvincente dall'inizio alla fine, per tutti. Intelligente e incredibilmente intenso, Captain Phillips – Attacco in mare aperto è capace di avvincere ogni tipo di spettatore. Dopo i primi minuti che ci introducono alla storia, il diapason delle emozioni tocca le tonalità più potenti e da lì mai retrocede, fino alla fine. 
  5.  Greengrass in assoluto controllo. Il regista maneggia il materiale di cui dispone con controllo assoluto, mai cadendo in fallo. La sceneggiatura è di Billy Ray, tratta dal libro A Captain's Duty: Somali Pirates, Navy SEALs, and Dangerous Days at Sea di Richard Phillips e Stephan Talty. Il 75% delle riprese è stato effettuato durante 60 giorni in mare aperto. Greengrass non soffre di mal di mare.

Commenti

commenti