Home | News | Con Vukoja sull’ottovolante. Libertas in testa e domenica altro match interno
Con Vukoja sull’ottovolante. Libertas in testa e domenica altro match interno
La squadra e le cheerleaders

Con Vukoja sull’ottovolante. Libertas in testa e domenica altro match interno

Fabio Faraci | 27 novembre 2018 | News, Sport

 

Otto vittorie di fila e una sola sconfitta alla prima giornata (di un punto sul parquet del Cus Catania). E’ questo l’impressionante ruolino di marcia della Libertas che comanda, al fianco di Ragusa, la classifica della C Silver con quattro punti di vantaggio sulle inseguitrici.

L’ultimo successo è arrivato domenica al “PalaTreSanti” su Acireale, formazione che venduto cara la pelle ma che alla fine ha ceduto di una ventina di punti. Alcamo, quindi, continua a crescere e lo fa anche avendo rinforzato l’organico con Vladimir Vukoja, ala serba, presentatosi al pubblico alcamese nelle vesti di “bombardiere”: 18 punti e 5 su 8 da tre.

Coach Ferrara, con l’arrivo del diciottenne, può contare adesso su una panchina molto lunga e al termine della gara con Acireale ha detto che con Vukoja si può migliorare la posizione finale nella griglia dei play-off. Finora però nessuno intende parlare d’altro. In casa Libertas, infatti, gli spareggi sono ancora visti come possibilità di ottenere, con largo anticipo, la salvezza (ndr magari anche per scaramanzia).

Il match di domenica scorsa ha certificato ancora una volta la costante crescita del top-scorer Manfrè, le doti imperiture di capitan Andrè, l’estro di Nicosia che ha dato la spallata decisiva al punteggio, il recupero quasi totale di Agrusa, il contributo dei fratelli Genovese, il dinamismo agonistico di Tagliareni, i minuti importanti di Piarchak. Una vittoria alla fine netta, nonostante l’assenza di Dragna.

Un pomeriggio di festa e di grande sportività, quello di domenica scorsa al “PalaTreSanti”. Innanzitutto il debutto delle cheerleader, poi il ricnoscimneto assegnato al fondatore della prima società cestistica alcamese (55 anni fa) e poi il lunghissimo e fragoroso applauso tributato a Giorgio Gulisano, il peperino diciannovenne di Acireale che ha giocato un’ottima partita.

Domenica prossima altra partita in casa, stavolta con Giarre, e poi domenica 9 dicembre arriverà il match-verità. La Libertas, infatti, si recherà a Ragusa per affrontare la capolista che, come Alcamo, si è rafforzata con il recupero di Sorrentino che aveva deciso di appendere le scarpette al chiodo.

Commenti

commenti