Home | News | 32° Costa Gaia: Milan, Genoa, russi, francesi e forse anche ungehersi
32° Costa Gaia: Milan, Genoa, russi, francesi e forse anche ungehersi
Le finaliste dell'ultima edizione

32° Costa Gaia: Milan, Genoa, russi, francesi e forse anche ungehersi

Piero Messana | 23 novembre 2018 | News, Sport

 

Due o tre formazioni straniere, cinque clubs professionistici, squadre dilettantistiche da Campania, Puglia, Calabria, sei categorie. Sono queste le principali caratteristiche del “Trofeo Costa Gaia”, il torneo internazionale di calcio giovanile, giunto alla trentaduesima edizione, che porterà nella Sicilia occidentale, fra dicembre e gennaio, un esercito composto da circa 2.000 persone fra giovani calciatori, dirigenti, allenatori, genitori e addetti ai lavori.

Per le formazioni estere, tanta curiosità per la presenza del Dolgoprudniy FC, la società dell’omonima cittadina di 70.000 abitanti che sorge a 20 chilometri da Mosca. La squadra, una novità assoluta per il “Costa Gaia”, prenderà parte alla categoria esordienti 2005 a 11. Altro debutto assoluto al torneo sarà quello dei francesi della scuola calcio “Val d’Europe” della cittadina di Serris che sorge, nel dipartimento di “Senna e Marna” a 32 chilometri da Parigi. Possibile anche l’arrivo di una scuola calcio proveniente dall’Ungheria.

Milan e Genoa di serie A, Palermo di B, Trapani e Catania di serie C, rappresenteranno invece il calcio professionistico al “XXXII Trofeo Costa Gaia”. Il club rossonero, che già ha partecipato più volte alla manifestazione e che ha vinto l’ultima edizione, da un paio di anni opera in stretta collaborazione con l’Adelkam. Per i “grifoni” liguri si tratta invece di un ritorno dopo la partecipazione alla gold edition del torno, quella del venticinquennale le cui finali si giocarono il 6 gennaio del 2012. Di casa, invece, le società professionistiche siciliane.

Novità, infine, per la solidarietà e per la manifestazione inaugurale del 2 gennaio. Il torneo proverà a donare aiuti all’associazione alcamese “Sacro Cuore – Sclerosi Multipla” mentre lo scorso anno si era dedicato all’AIRC. Cambia anche il percorso della sfilata d’apertura: i partecipanti si raduneranno in piazza Ciullo, nel cuore di Alcamo, e poi accompagnati dagli sbandieratori si dirigeranno allo stadio “Sant’Ippolito”. Qui, a differenza delle altre edizioni, si terrà la gara inaugurale mentre gli altri incontri si disputeranno, come da tradizione, dal 3 al 5 gennaio. Tutte le finale, infine, nella mattinata dell’Epifania.

Commenti

commenti