Home | News | Libertas, due gare in trasferta senza Genovese senior. Snodo importante per la capolista
Libertas, due gare in trasferta senza Genovese senior. Snodo importante per la capolista
da sinistra Maurizio Zichichi e Tanino Paglino

Libertas, due gare in trasferta senza Genovese senior. Snodo importante per la capolista

Fabio Faraci | 10 novembre 2018 | News, Sport

 

Prima di due trasferte consecutive per la Libertas, entrambe nel messinese e senza “Ciccio” Genovese, fermato dal giudice sportivo per un paio di turni. L’avversario di domani, dalle ore 18,30 diretta streaming sulla pagina facebook della società cestistica alcamese, è il Milazzo, squadra che lo scorso anno militava in serie D.

I mamertini finora hanno sempre perduto ma nella recente trasferta di Messina, nel recupero infrasettimanale con il Basket School, hanno dato segnali di ripresa anche e soprattutto per avere svuotato l’infermeria e quindi recuperato l’intero roster. Con i due stranieri, Italiano, Cassisi e Spanò la neo-promossa proverà a far valere il fattore campo.

La Libertas dovrà invece fare i conti innanzitutto con l’assenza di Francesco Genovese e poi con sé stessa in materia di approccio mentale, mantenimento della giusta attenzione, consapevolezza delle proprie capacità in attacco e in difesa. Il tutto con grande rispetto dell’avversario seppure il match si presenta come il più classico dei testa-coda. Alcamo capolista (con Messina, Orlandina Lab e Ragusa), Milazzo ultimo al fianco dell’Amatori Messina.

In settimana coach Ferrara ha invitato la squadra a non abbassare di un sol millimetro la tensione ed ha anche provato alcune nove soluzioni per quanto riguarda la cabina di regia. Genovese ha comunque in famiglia il suo “alter ego”, il fratello Lorenzo che, classe 2000, calca già parecchio il parquet ed è anche in grado di farlo da protagonista, come nel caso della strepitosa prestazione in casa Basket School.

“Non sarò una gara facile, anche perché chi fa sport sa che gare facili non ne esistono. Milazzo è adesso al gran completo – ha affermato l’assistant-coach Maurizio Zichichi – e proprio per questo dobbiamo scendere in campo con umiltà ma anche con la giusta fiducia nelle nostre capacità. Siamo a uno snodo importante della stagione”.

“L’ambiente si sta caricando di entusiasmo – ha detto il presidente Tanino Paglino – ma è nostro dovere mantenere i piedi per terra e manifestare sempre correttezza e sportività. Niente nervosismi o isterismi, niente ansie e niente presunzione. Il nostro obiettivo è sempre quello di salvarci in grande anticipo e di fare crescere i nostri giovani”.

Commenti

commenti