Home | News | Piegata anche Gravina con un finale denso di determinazione. La Libertas vola
Piegata anche Gravina con un finale denso di determinazione. La Libertas vola

Piegata anche Gravina con un finale denso di determinazione. La Libertas vola

Fabio Faraci | 29 ottobre 2018 | News, Sport

 

Cinque atleti in doppia cifra (Andrè, Nicosia, Dragna, Genovese L. e Manfrè), il capitano in “doppia doppia”, tre rimonte degli avversari annullate e il sacrificio in difesa del diciannovenne Christian Agrusa capace di limitare il “bombardiere” avversario, Giuliano La Mantia.

Vittoria sofferta, ottenuta con caparbietà e meritata per la Libertas Alcamo che infila il terzo successo consecutivo e che rimane nel gruppo di testa, adesso leggermente assottigliatosi, da 9 a 7, come numero di squadre. Al “PalaTreSanti” i due quintetti, che provenivano entrambi da pesantissime vittorie, hanno dato vita a un confronto maschio ma leale.

Lì’equilibrio nel primo periodo veniva interrotto dalle “triple” di Dragna e Nicosia. L’avvio del secondo era da applausi con il pubblico alcamese in visibilio: altre “bombe” di Nicosia e alcuni “1 vs 1” da antologia di Andrè ai danni di Livera. Con un secco 9 a 0 la Libertas saliva a +16 ma, tutto d’un tratto, si spegneva la luce. Si ergevano a protagonisti Giuliano La Mantia e Simone Spina firmando un contro-break di 13 – 4.

Il terzo periodo era il migliore per gli etnei e il peggiore per i locali che però, nonostante tutto, non andavano in angoscia e riuscivano a reagire centimetro su centimetro.  Manfrè e Lollo Genovese dimostravano che le loro prestazioni personali di Messina non erano state un caso ma Gravina risaliva ancora fino al 47 – 44. Il ritorno sul parquet del balestratese Agrusa riusciva a gfermare le “granate” di La Mantia.

Situazione falli che diveniva sempre più pesante per Agrusa, Nicosia, Livera e Spina. Nella bagarre i ragazzi di Marchesano erano capaci di mettere il muso avanti e portarsi in vantaggio di appena due punti. La Libertas, però, non si mette paura e anzi mette gli attributi in campo per accaparrarsi il successo: grande precisione nei liberi di fronte agli errori, sempre dalla linea, di Gravina. Meritato successo quindi per la squadra di casa che mercoledì sarà ancora in campo, sul parquet del Cocuzza, per la quinta di andata.

LIBERTAS – GRAVINA 69 – 63

parziali 20-15, 36-29 (16-14), 47-44 (11-15), 69-63 (20-19)

ALCAMO: Farina ne, Genovese L. 11, Nicosia 17, Audino ne, Andrè 10, Piarchak 2, Manfrè 12, Dragna 10, Agrusa 2, Accardo ne, Genovese F. 5, Alfano ne. Coach: V. Ferrara.

GRAVINA: La Mantia R., Ferrara 2, Minardi ne, La Mantia G. 20, Barbera 9, Attanasio ne, Spina 15, Santonocito 8, Genovesi, Alì 4, livera 5, Renna ne. Coach: Marchesano.

ARBITRI: Miragliotta e Di Giorgi di Palermo

Commenti

commenti