Home | News | Cronaca | Alcamo Marina, villetta confiscata. Comune ricorre al TAR
Alcamo Marina, villetta confiscata. Comune ricorre al TAR

Alcamo Marina, villetta confiscata. Comune ricorre al TAR

Piero Messana | 14 ottobre 2018 | Cronaca, News

 

Il bando per riqualificare, a fini sociali, una villetta ad Alcamo marina, con lavori previsti per 600.000 euro, non è stato ammesso a finanziamento da parte della Regione. Per questo il comune di Alcamo, guidato dal primo cittadino pentastellato, Domenico Surdi, ha deciso di ricorrere al TAR di Palermo.

L’immobile, con annesso un appezzamento di terreno, era stato sequestrato e poi definitivamente confiscato all’imprenditore Vito Nicastri, da tutti conosciuto come il “Re del Vento”. La villetta, che sorge sul lungomare di Alcamo Marina, più di un anno fa venne consegnata al Comune.

Il progetto,  con opere previste per un ammontare di 600 mila euro, prevede il recupero e il riuso con finalità sociali, in favore di persone diversamente abili. L’amministrazione alcamese sta già usufruendo di altri beni confiscati a Nicastri. Un elegante edificio, in pieno centro, in via XV Maggio, è stato adibito come residenza per artisti che giungono da fuori ma che dovranno lasciare alla città le loro opere. Un primo gruppo è già stato ospitato nel mese di maggio.

Commenti

commenti