Home | News | Cronaca | Scopello, malore per un sub a Mazzo di Sciacca. Nulla da fare
Scopello, malore per un sub a Mazzo di Sciacca. Nulla da fare

Scopello, malore per un sub a Mazzo di Sciacca. Nulla da fare

Piero Messana | 29 settembre 2018 | Cronaca, News

 

Alle 9.20 di questa mattina la chiamata al 118 di alcuni bagnanti che avevano visto galleggiare il corpo di un sub e che erano riusciti a trasportarlo a riva per avviare le operazioni rianimatore. È accaduto a Cala Mazzo di Sciacca, fra i faraglioni e lo Zingaro.

Per Salvatore Scardina, 35 anni di Paceco, non c’è stato nulla da fare nonostante sul posto si sia precipitata un’ambulanza rianimatore del 118 e, subito dopo, anche un mezzo dell’elisoccorso. L’uomo sarebbe morto per un’embolia, il problema più frequente per chi pratica le immersioni subacquee.

Scardina aveva due grandi passioni, quella per il mare appunto, e l’altra per la montagna. Il trentacinquenne pacecota era infatti iscritto al CAI, club Alpino Italiano, e ne era anche attivissimo socio.

Commenti

commenti