Home | News | Stellino, designer alcamese, diventa pilota. Strepitoso secondo posto a Imola

Stellino, designer alcamese, diventa pilota. Strepitoso secondo posto a Imola

Stellino, designer alcamese, diventa pilota. Strepitoso secondo posto a Imola

Piero Messana | 18 settembre 2018 | News, Sport

 

Basta che abbia quattro ruote ed è in grado di accendere la sua passione e il suo eclettismo. Adriano Stellino, alcamese designer di autovetture, due sue concept car sono state esposte al salone di Ginevra del 2016, a 30 anni indossa la tuta e sbalordisce tutti quanti, come pilota da corsa, nella penultima prova della Lotus Cup Italia, sull’impegnativo circuito di Imola, pista dove emergono le qualità di guida.

Stellino realizza quindi quello che era il suo sogno fin da bambino, correre in auto come aveva già fatto, diversi decenni fa, il nonno e scultore Mariano Cassarà, lo zio Giuseppe e un omonimo cugino. Adriano arriva sulla Lotus Elise Cup della PB-Racing da gentlemen driver, vale a dire da pilota che affitta a sue spese auto e scuderia per correre. Prova la potente vettura a Franciacorta e proprio a Imola due settimane fa e il crono è subito eccellente. La PB Racing da quindi l’ok e Stellino realizza la particolare livrea del suo bolide:  270 cavalli capaci di superare i 240 chilometri orari.

Gara 1 sabato scorso e il trentenne alcamese, partito dalla diciassettesima posizione, chiude al quinto posto.  L’indomani il debuttante Adriano Stellino sfodera una prestazione eccezionale, combatte con altri tre piloti scambiandosi più volte le posizioni al vertice e, nonostante un testacoda alla Tosa nelle fasi iniziali, chiude sul podio, al secondo posto, a 897 centesimi di distacco dal vincitore Deflorian.

Un week end davvero strepitoso per un debuttante che si ferma qui, ma soltanto per questa stagione. “E’ stato sempre il mio sogno correre in auto – ha detto – e per potermelo permettere ho fatto tantissimi sacrifici. Spero che questa di Imola sia la prima gara di una lunga serie”. Impossibile a 30 anni pensare di diventare pilota professionista ma già qualcuno a Imola si è chiesto chi fosse quel pilota che, a bordo di una Lotus dal design elegantissimo, ha rischiato di battere tutti, anche i professionisti.

Adriano Stellino adesso tornerà al suo lavoro di consulente. Negli ultimi tempi, oltre alla linea delle autovetture, si è anche dedicato all’interior design e a quello di oggetti. L’eclettico trentenne ha anche collaborato con Bertone e Lamborghini e nel 2015 è entrato a far parte dei vertici della startup Italian Volt, un gruppo che lo scorso anno ha lanciato la Lacama, una moto elettrica da 35.000 euro. Il lavoro di Adriano è quello di design, ma cuore, sogni e passione gli dicono continuamente che le quattro ruote, oltre che ideate e disegnate, vanno fatte correre. E il suo debutto da pilota parla da solo.

Commenti

commenti