Home | News | Pirrello debutta in serie B. E’ il terzo alcamese di sempre a tali livelli
Pirrello debutta in serie B. E’ il terzo alcamese di sempre a tali livelli

Pirrello debutta in serie B. E’ il terzo alcamese di sempre a tali livelli

Piero Messana | 17 settembre 2018 | News, Sport

 

Non soltanto l’esordio in serie B, che lo fa entrare nella storia dello sport alcamese, ma anche l’ottima prestazione in fase difensiva ma anche propositiva con efficaci sovrapposizioni e numerosi tagli. Un debutto senza tentennamenti per Roberto Pirrello che anzi, nella vittoria del Palermo sul terreno del Foggia, è stato fra i migliori in campo.

Ventidue anni lo scorso 30 maggio, segno zodiacale gemelli, l’oroscopo dei nati in quel giorno dice che sono dotati di audacia e concretezza, anche nei momenti di difficoltà. Caratteristiche venute fuori pure nell’esordio in serie B, ieri, allo “Zaccheria” di Foggia. Una prestazione quasi da veterano che ha dato ragione a Tedino, il tecnico del Palermo, che lo ha lanciato un po’ a sorpresa.

I primi passi nel calcio Roberto Pirello, adesso un corazziere di 191 cm, li da nella scuola calcio Sikania di Giuseppe Lo Monaco. Dopo tre stagioni arriva il passaggio all’Adelkam, altra società alcamese frequentata da tantissimi bambini, e quindi la cessione al Palermo. Nel club rosanero il difensore fa tutta la trafila delle giovanili mettendosi in mostra, con la primavera, anche la “Torneo di Viareggio” e guadagnandosi l’appellativo di difensore goleador. Nel mezzo anche alcune convocazioni con le nazionali giovanili.

A 19 anni, alle soglie della prima squadra, quando già si parla un gran bene di lui, non riesce a esordire e guadagna soltanto convocazioni e qualche panchina. L’anno dopo va in prestito al Siracusa dove gioca da titolare in una squadra che punta in alto e, rientrato al Palermo, gli rifanno fare le valigie. Stavolta la destinazione è Livorno, piazza importante del calcio italiano. Pirrello anche qui è assoluto protagonista e ottiene la promozione in serie B.

Un segno del destino perché ieri, 16 settembre 2018, arriva davvero la serie cadetta. Pirrello è il terzo alcamese della storia a giocare a questi livelli. Gli altri due sono stati Giuseppe Pirrone e Giuseppe Scurto. Il secondo ha giocato anche in serie A e Champions League. Altro segno del destino? Alcamese anche Tonino Asta ma calcisticamente formatosi in Lombardia.

Lui, per adesso, tocca ferro e il massimo campionato lo sogna. Visto la prestazione di ieri, ci fa anche un  pensierino . “Spero di fare bene e di arrivare in serie A – ha detto raggiante al termine della partita di Foggia – così come hanno fatto i miei due amici e compagni della Primavera del Palermo, Lagumina e Pezzella”. E se il buongiorno si vede dal mattino, sembra quella giusta la strada intrapresa da questo aitante giovane alcamese.

Commenti

commenti