Home | News | Cultura | Orchestra Sinfonica Siciliana ad Alcamo. Mancava da oltre un ventennio

Orchestra Sinfonica Siciliana ad Alcamo. Mancava da oltre un ventennio

Orchestra Sinfonica Siciliana ad Alcamo. Mancava da oltre un ventennio

Piero Messana | 16 luglio 2018 | Cultura, News

 

Lo scenario davvero suggestivo di piazza Ciullo, dinanzi alla facciata della chiesa del Collegio e al fianco dello splendido atrio, ha sancito il ritorno ad Alcamo, dopo oltre 20 anni, dell’Orchestra Sinfonica Siciliana in occasione di “In giro per la Sicilia” e nell’ambito del cartellone “Alcamo d’estate 2018”.

75 musicisti, che portano sulle spalle 60 anni di prestigiosa storia,  hanno suonato ieri sera musiche di Respighi, Hummel e Mendelsson dinanzi a una piazza gremita di appassionati e di fronte a tantissime autorità civili e militari. In prima fila anche il prefetto Darco Pellos, il sindaco Domenico Surdi, il capitano della Guardia di Finanza, il commissario di polizia, il comandante dei vigili urbani e l’arciprete.

Il concerto, guidato dal direttore d’orchestra Elia Corazza, è stato realizzato grazie alla collaborazione con le Orestiadi. L’OSS, per antonomasia l’orchestra più nota in Sicilia, cambia direttori e programma ad ogni settimana. Già venerdì suonerà altre musiche al Duomo di Monreale per poi replicare al Teatro Antico di Segesta.

La sinfonica siciliana, dal 2002 trasformatasi da ente a fondazione, ha fra i suoi musicisti a tempo indeterminato, anche un alcamese, Massimo Grillo che però, ironia della sorte, ieri sera non si è potuto esibire nella sua città: il programma non prevedeva, infatti, le percussioni. Sul palco, invece, il castellammarese Sergio Guadagno, al violino, e la violoncellista marsalese, Sonia Giacalone.

Alcamo continua quindi la sua tradizione nella prestigiosa Orchesta Sinfonica Siciliana, Per oltre 30 anni, infatti, vi ha suonato il fagottista Peppino Corso, adesso in pensione. Un’orchestra che ha pochissimi eguali in  Italia come numero di componenti (in tutto 92) e come livello artistico. Possono competere soltanto l’orchestra nazionale della Rai e quella di Santa Cecilia di Roma.

Commenti

commenti