Home | News | Cultura | Fornaci romane: visite e convegni. Flag e Archeoclub: “Comune deve intervenire”
Fornaci romane: visite e convegni. Flag e Archeoclub: “Comune deve intervenire”

Fornaci romane: visite e convegni. Flag e Archeoclub: “Comune deve intervenire”

Piero Messana | 6 luglio 2018 | Cultura, News

 

Le fornaci romane di contrada Magazzinazzi, ad Alcamo Marina a due passi dal fiume San Bartolomeo, sono tornate a rivivere. Una splendida giornata di sole, ventilata da un po’ di maestrale, ha infatti accolto l’evento “L’impero romano del Golfo di Castellammare” organizzato dall’archeoclub “Calatub” e dal Flag “Golfi di Castellammare e di Carini”.

Gli onori di casa sono stati espletati da Antonella Stellino, archeologa e presidente di “Calatub”, che ha accolto un gruppo di “Camminatori” ai quali ha descritto la storia del sito e l’uso che gli antichi Romani facevano delle fornaci. Sul futuro di queste meraviglie archeologiche poi, sia la stessa Stellino che il direttore del Flag,  Ferrarella, che la sovrintendente Giglio, hanno concordato sulla necessità di rendere fruibile il sito a turisti e appassionati.

“Adesso tocca all’amministrazione comunale intervenire e trovare i finanziamenti per farlo” hanno detto all’unisono. Al convegno, che è stato al centro della giornata, hanno preso parte anche il sindaco di Alcamo, Domenico Surdi, e l’assessore alla cultura Lorella Di Giovanni. Il primo cittadino ha assicurato che negli ultimi tempi la giunta sta lavorando per dare un seguito ai sacrifici di studiosi e volontari. “Innanzitutto bisogna installare la segnaletica – ha detto – per far sì che tutti possano raggiungere le fornaci. Poi serviranno grossi finanziamenti”.

Commenti

commenti