Home | News | Cultura | Alcamo prima, in provincia, per crescita di residenti stranieri (10%). Svettano romeni e marocchini
Alcamo prima, in provincia, per crescita di residenti stranieri (10%). Svettano romeni e marocchini

Alcamo prima, in provincia, per crescita di residenti stranieri (10%). Svettano romeni e marocchini

Piero Messana | 1 luglio 2018 | Cultura, News

 

La città di Alcamo si conferma al quarto posto, in provincia, per numero di residenti stranieri. Al termine del 2017 erano 2.025, per la grande maggioranza rumeni. La cifra più consistente si regista a Marsala con 3.629, poi Mazara del Vallo con poco più di 3.000 e quindi Trapani con 2.377. Questi i dati delle statistiche demografiche diffuse dall’ISTAT.

Fra i comuni più piccoli appare parecchio consistente la presenza di stranieri a Castellammare del Golfo, cittadina con poco meno di 15.000 abitanti, dove si raggiunge quota 1.081 con la comunità romena che arriva al 50%. Qualcosa in più a Campobello di Mazara dove si registra un incremento di una decina di unità, da 1.116 a 1.132.

Rispetto al 2016, lo scorso anno si è registrata proprio ad Alcamo l’impennata maggiore: da 1.853 si è saliti a 2.025. Di questi 830 sono rumeni, il 41%, e 486 marocchini (24%), da sempre le comunità straniere maggiormente presenti nella cittadina alcamese.

L’ISTAT ha anche certificato la crescita complessiva, in provincia, dei residenti stranieri passati da 19.115 del 2016 a 19.828 del 2017. Dovunque primeggiano i cittadini provenienti dalla Romania, quasi il 30% del dato complessivo,  seguiti da quelli tunisini. Poi marocchini ma adesso anche stranieri provenienti da Nigeria, Gambia, Cina e Bangladesh.

I tunisini la fanno da padrone a Mazara del Vallo, Campobello e Salemi (ad Alcamo vengono superati abbondantemente dai “colleghi” nordafricani del Marocco). Poi le più alte percentuali, un po’ dappertutto, appartengono alla comunità romena. A Salemi, fra circa 630 stranieri residenti, spicca il 13% di gambiani, pari a poco più di 80.

Alcamo, infine, viene preferita anche dagli stranieri che già da anni vivono nel trapanese o nel resto della Sicilia. I nuovi iscritti all’anagrafe sono infatti 544 e, fra questi, ben 228 sono arrivati da altri comuni. 244, sempre nel 2017, sono invece giunti dall’estero. Nuove presenze incrementate da 37 nascite di figli di stranieri ma decurtate da ben 372 cancellazioni.

Commenti

commenti