Home | News | Cronaca | Tonno fresco mal conservato, guerra a tutto campo dell’ASP. Altri sequestri

Tonno fresco mal conservato, guerra a tutto campo dell’ASP. Altri sequestri

Tonno fresco mal conservato, guerra a tutto campo dell’ASP. Altri sequestri

Piero Messana | 20 giugno 2018 | Cronaca, News

 

I nuovi casi di tossinfezione alimentare, nel trapanese, per ingestione di tonno rosso mal conservato, hanno fatto ulteriormente inasprire i controlli e le ispezioni del dipartimento veterinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani effettuato. Questa mattina altro sequestro preventivo a tre operatori del mercato ittico al minuto di via Cristoforo Colombo, nel capoluogo trapanese.

I veterinari del servizio igiene alimenti di origine animale dell’ASP, affiancati dai vigili urbani della sezione annonaria della polizia municipale di Trapani , hanno rilevato l’esposizione per la vendita di tranci di tonno fresco, a temperatura ambiente. Il termometro a sonda segnava un risultato ben oltre il limite di tollerabilità, conclamando il cattivo stato di conservazione del pesce.

Sono quindi scattati il sequestro preventivo e la segnalazione in procura per la convalida dell’autorità giudiziaria. Si tratta del secondo sequestro a Trapani in pochi giorni e l’ASP non intende allentare le maglie delle ispezioni. Compiacimento è stato espresso dal commissario dell’ASP Giovanni Bavetta.  “Il nostro personale veterinario – ha commentato  – sta operando capillarmente nei controlli e nelle ispezioni per tutelare  la sicurezza alimentare dei cittadini, in un periodo come questo particolarmente delicato per il possibile insorgere della sindrome sgombroide. Preoccupazioni che ha condiviso anche il prefetto di Trapani – ha concluso Bavetta – seguendo la problematica con particolare attenzione”.

(V.Orl.)

Commenti

commenti