Home | News | Castellammare, giunta operativa. Nell’esecutivo Cruciata, vice-sindaco, e Tesè
Castellammare, giunta operativa. Nell’esecutivo Cruciata, vice-sindaco, e Tesè

Castellammare, giunta operativa. Nell’esecutivo Cruciata, vice-sindaco, e Tesè

Piero Messana | 19 giugno 2018 | News, Politica

 

Con la nomina dei due assessori mancanti, la distribuzione delle deleghe e il giuramento dei quattro componenti dell’esecutivo, il nuovo sindaco di Castellammare del Golfo e la sua giunta sono diventati operativi a tutti gli effetti. Diversi gli argomenti da trattare subito a cominciare dal miglioramento dei servizi legati al turismo e all’incremento delle presenze. Poi tempi strettissimi anche per il ritorno della rievocazione storica del miracolo della patrona, Maria Santissima del Soccorso.

La delega di vice-sindaco è andata a Giuseppe Cruciata, politico ed amministratore esperto, già presidente del consiglio  comunale e vice-sindaco in precedenti sindacature. All’esponente di “Diventerà Bellissima” sono andati anche bilancio, urbanistica e patrimonio, edilizia privata. Cruciata manterrà anche la carica di consigliere comunale così come, almeno per un periodo iniziale, farà Maria Tesè, altro assessore che ha completato il plenum della giunta Rizzo.

L’ex candidato a sindaco del 2013 con “CambiaMenti” si occuperà di turismo, cultura, spettacoli, ambiente, politiche giovanili e fondi europei. L’altra donna nell’esecutivo, l’avvocato Enza Ligotti, si occuperà invece di servizi sociali, uffici demografici, contenzioso e rapporti con i legali, istruzione e arredo urbano.  L’organo esecutivo è completato da Giacomo Frazzitta, noto avvocato penalista, nominato con Ligotti al momento della presentazione delle liste per le amministrative.

Il legale marsalese, noto a livello nazionale per essere stato consulente della trasmissione di Rai Tre “Chi l’ha visto” e per essere il difensore della famiglia di Denise Pipitone, la bimba mazarese scomparsa da oltre 10 anni, guiderà polizia municipale, viabilità, Suap (sportello unico attività produttive), protezione civile, informatizzazione e sburocratizzazione, attività produttive.

Prossima tappa per la piena entrata in funzione della macchina amministrativa, sarà quella dell’insediamento del consiglio comunale, del giuramento dei 16 componenti e della nomina di presidente e vice-presidente dello stesso consesso civico. La carica più ambita, la seconda istituzionale nei comuni dopo quella del sindaco, potrebbe andare a Forza Italia, partito che ha sostenuto Rizzo e la sua lista “Oltre”. La seduta è stata già convocata per giovedì 28 giungo alle ore 17.

 

Commenti

commenti