Home | News | Conduttura riparata, riattivati i turni di erogazione. Ad Alcamo acqua ogni 5 giorni
Conduttura riparata, riattivati i turni di erogazione. Ad Alcamo acqua ogni 5 giorni

Conduttura riparata, riattivati i turni di erogazione. Ad Alcamo acqua ogni 5 giorni

Piero Messana | 18 giugno 2018 | News, Politica

 

E’ durata tre giorni l’interruzione dell’approvvigionamento idrico dalle sorgenti di Montescuro alla città di Alcamo a causa dell’ennesima rottura alla conduttura gestita da Siciliacque. La società ha completato la riparazione e i tecnici comunali hanno provveduto a rimettere in pressione le tubature. Già ieri è stata servita la zona I mentre stamattina è toccato al “Partitore 14”. In serata sarà servita invece la zona di Sant’Anna bassa.

Da domani, con l’erogazione idrica per le abitazioni della zona II, la distribuzione dell’acqua si rimetterà a regime. Il prezioso liquido, quindi, scorrerà ogni 5 giorni dai rubinetti degli alcamesi, salvo imprevedibili ma possibili nuove interruzioni dalla conduttura di Siciliacque. La situazione poi dovrebbe migliorare dal 15 luglio in poi quando è previsto l’arrivo nel bottino comunale di circa 40 litri al secondo provenienti dal pozzo di Billiemi, nuova fonte, e dalle recuperate sorgenti di Cannizzaro.

L’estate, quindi, dovrebbe essere meno tormentata per gli alcamesi rispetto a quella dello scorso anno quando i cittadini, in un paio di manifestazioni differenti, furono costretti a scendere in piazza. Il fantasma di quei giorni, però, è ritornato mercoledì scorso quando, per la rottura adesso riparata, è ripreso il via via di autocisterne dal bottino comunale.

A prescindere dall’arrivo delle nuove fonti, il dirigente del servizio idrico integrato, Anna Parrino, di concerto con il responsabile dell’acquedotto Vincenzo Ponzio, gli altri tecnici e l’amministrazione Surdi, punta ad alleggerire alcuni turni. Il primo passaggio dovrebbe essere quello dello sdoppiamento della Zona I, troppo vasta allo stato attuale. Anche con questa operazione, il tempo di attesa rimarrebbe sempre di cinque giorni.

 

Commenti

commenti