Home | News | Castellammare, 11 consiglieri alla maggioranza e 5 alla minoranza. Assise fortemente rosa

Castellammare, 11 consiglieri alla maggioranza e 5 alla minoranza. Assise fortemente rosa

Castellammare, 11 consiglieri alla maggioranza e 5 alla minoranza. Assise fortemente rosa

Piero Messana | 12 giugno 2018 | News, Politica

 

Il dilemma sulla composizione dei consigli comunali nelle cittadine al di sotto dei 15.000 abitanti, è stato svelato. Anzi, per meglio dire, è stato ritenuto fondamentale un passaggio della legge elettorale regionale. “Alla lista che sostiene il sindaco eletto vanno i due terzi del consiglio”. Le conseguenti operazioni matematiche danno un risultato di 10,66 che, arrotondato per eccesso, porta a 11 i consiglieri di maggioranza.

Entra quindi nel massimo consesso civico anche Giovanni Portuesi, una delle costole di Cambiamenti staccatasi e approdata nella lista “Oltre” del neo-sindaco Nicola Rizzo. Rimane invece fuori l’ex assessore Antonio Mercadante, quinto nella lista “Castellammare 2.0” che sosteneva la candidatura a sindaco dell’uscente Nicola Coppola.

Il nuovo parlamentino della cittadina del Golfo sarà inoltre particolarmente colorato di rosa. sono infatti ben 7, su di un totale di 16, le donne elette alla carica di consigliere comunale. Fra queste anche l chi ha raccolto maggiori consensi in assoluto, Marilena Titola, 378 voti, sostenitrice di Coppola. Poi Giuseppa Corbo, in lista on Rizzo, autrice di un grosso exploit con 295 e quindi Lorena Di Gregorio, ex assessore, arrivata a quota 281. Elette anche Brigida Di Simone, Fabiana Napoli e Liliana Crociata e Maria tesè, tutte della maggioranza.

Il cartello di maggioranza del nuovo consiglio comunale sarà anche composto dall’uscente Peppe Cruciata, Bernardo Stabile, Mario Di Filippi, Sebastiano Cusenza e Calogero Drago. Prima dei non eletti, per dieci voti, Vittoria Genna. La minoranza, oltre alle donne, sarà completata da Nino Mistretta (341 voti per l’ex assessore provinciale) e da Giovanni D’Aguanno, anche questi sopra i 300 consensi. Primo dei non eletti l’ex assessore Marcadante. Non ce la fanno nemmeno gli ex assessori Paradiso e Fausto, il vice-sindaco Bologna e la consigliera uscente Rosalba Cassarà.

Da segnalare che la lista Cambiamenti, il cui candidato sindaco Lo Porto è arrivato terzo sfiorando i 2.000 voti, non ottiene consiglieri comunali. Fra i candidati al consiglio, però, non si può non segnalare l’exploit di Carlo Navarra, designato anche assessore e vice-sindaco nella giunta Bresciani, capace di ottenere 314 voti e quello di Rosanna fasulo arrivata a quota 246.

Nessun consigliere anche per le altre due liste “Idee Giuste” di Laura Ancona e “Idea Sicilia” con Francesco D’Angelo candidato sindaco. Nel primo caso hanno svettato Elisa Neglia (169) e Giacomo Di Bartolo (150). Nella seconda lista nessuno ha raggiunto quota cento. Il più votato è risultato Antonino D’Angelo con 71 preferenze.

Commenti

commenti