Home | News | Nuovo sindaco a Castellammare, Nicola Rizzo batte l’uscente Coppola. Al consigilio boom di Titola

Nuovo sindaco a Castellammare, Nicola Rizzo batte l’uscente Coppola. Al consigilio boom di Titola

Nuovo sindaco a Castellammare, Nicola Rizzo batte l’uscente Coppola. Al consigilio boom di Titola

Piero Messana | 11 giugno 2018 | News, Politica

 

Da un Nicola, all’anagrafe Nicolò, all’altro e tutti e due cresciuti nel centrismo della Democrazia Cristiana poi trasformatasi in PPI, Margherita e PD. Castellammare del Golfo sceglie Nicola Rizzo, 57 anni ani, ingegnere e insegnante, come nuovo sindaco e non ridà fiducia all’uscente Nicola Coppola, 70 anni, che aveva messo assieme una lista piena di ex assessori e big della politica locale.

Lo spoglio, andato avanti quasi per l’intera notte, ha rappresentato un testa a testa emozionante fra i due con Rizzo sempre in vantaggio fra i 40 e i 150 voti e con percentuali, rispettivamente, quasi sempre del 31% e del 28%. Alla fine l’esponente della lista Oltre, nata da un movimento che aveva ricevuto il sostegno di pezzi di diversi schieramenti, compresi Forza Italia e Diventerà Bellissima, nonché di alcuni perni del movimento Cambiamenti, è diventato sindaco con 2465 preferenze, duecento voti in più rispetto a quelli raccolti dalla sua lista per il consiglio comunale.

L’uscente Coppola deve invece accontentarsi del secondo posto. Si è fermato a 2336, a 139 voti dal vincitore, raccogliendone 250 in meno rispetto a quelli conseguiti dalla sua lista. Rispetto alle amministrative del 2013, Coppola perde circa 700 voti. In rapporto alle ultime comunali fa un passo indietro anche Cambiamenti che da 2336, quota raggiunta da Maria Tesè,  scende a 1931 del candidato sindaco Lo Porto. Anche quest’ultimo va meglio della lista per un centinaio di voti.

Al quarto posto Laura Ancona, consigliere comunale uscente e figlia dell’ex sindaco forzista Giuseppe, che con il simbolo Idee Giuste raggiunge 1227 preferenze andando molto meglio del risultato complessivo dei suoi candidati consiglieri. Risultato identico, fra lista per il consiglio e voti per il sindaco, quello per Francesco D’Angelo di Idea Sicilia, ultimo dei concorrenti alla poltrona di primo cittadino con 481 consensi raccolti.

Per il consiglio comunale il boom è stata una donna, Marilena Titola, figlia d’arte, con 335 preferenze, poi Nino Mistretta, ex assessore provinciale, con 316, entrambi della lista Castellammare 2.0, e quindi Carlo Navarra, di Cambiamenti ma non eletto, con 314 voti. Questi i 16 eletti al consiglio comunale per la maggioranza: Anna Corbo, Peppe Cruciata, Brigida Di Simone,Bernardo Stabile, Fabiana Napoli, Maria Tesè, Mario Di Filippi, Calogero Drago, Sebastiano Cusenza, Liliana Crociata. Resta fuori Giovanni Portuesi, primo dei non eletti.

Per la minoranza vanno in consiglio Nicola Coppola quale secondo fra i candidati a sindaco, poi Marilena Titola, Nino Mistretta, GiovanniD’Aguanno, Lorena Di Gregorio e Antonio Mercadante, gl ultimi due ex assessori. Ex assessore anche il primo dei non eletti, Giuseppe Fausto. Flop invece per il vice-sindaco Salvo Bologna, penultimo fra i 16 candidati nella lista di Nicola Coppola, con soli 155 voti ottenuti.

Commenti

commenti