Home | News | Cronaca | Coltivazione di marijuana ad Alcamo. Finanzieri arrestano tre persone

Coltivazione di marijuana ad Alcamo. Finanzieri arrestano tre persone

Coltivazione di marijuana ad Alcamo. Finanzieri arrestano tre persone

Piero Messana | 10 maggio 2018 | Cronaca, News

 

E’ stato un caso fortuito a mettere in moto la Giardia di Finanza di Alcamo. Una normale perlustrazione del territorio ha indirizzato i militari verso un casolare di campagna dal quale fuorusciva un fortissimo odore di marijuana, alla periferia nord-ovest della cittadina alcamese.

Così sono scattate a tappeto le indagini dirette dal capitano Ruggiero Lanciano che hanno consentito di rinvenire circa 300 piante di canapa indiana suddivise, oltre che nel casolare, anche in altre due strutture, tutte nella disponibilità di tre alcamesi. In totale quattro piccole piantagioni.

Le Fiamme Gialle hanno sequestrato le piante e tratto in arresto L.R. ed M.R., padre e figlio che gestiscono un esercizio commerciale, nonché M.L. alcamese come i primi due. Circa 200 le piantine definite di prova, quindi ancora molto piccole e scarsamente attecchite, un centinaio invece quelle particolarmente rigogliose e robuste.

Le coltivazioni erano alimentata da un sofisticato sistema di areazione e illuminazione che manteneva costante la temperatura. Erano alimentate da allacci abusivi alla rete elettrica. I finanzieri hanno quindi effettuato anche una denuncia per furto di energia.

Oltre alle piante e al materiale per l’essiccazione e il confezionamento della marijuana, le Fiamme Gialle hanno rinvenuto una grossa quantità di droga gia essiccata e pronta per lo spaccio: 7,6 chilogrammi. Il tutto è stato ritrovato dalla Guardia di Finanza in una zona ricadente fra le contrade Gammara e Cento Piazze.

Commenti

commenti