Home | News | Sudore e tanti rischi, ma lo Splash Castellammare vince gara 1 di finale. Serie D più vicina

Sudore e tanti rischi, ma lo Splash Castellammare vince gara 1 di finale. Serie D più vicina

Sudore e tanti rischi, ma lo Splash Castellammare vince gara 1 di finale. Serie D più vicina

Piero Messana | 10 aprile 2018 | News, Sport

 

Lo Splash Castellammare si mette in tasca un pezzetto di serie D, almeno il 33%, e lo fa vincendo una gara difficile, sudatissima e durante la quale ha dovuto rincorrere sempre, sprofondando anche a -13, prima di ritornare a mordere in difesa, riproporre un Colletta strepitoso e aggiudicarsi gara 1 di finale, ai danni del Girgenti Giants, con il punteggio di 63 – 58.

Già nel primo periodo il quintetto di Giampiero Ferreri si è trovato sotto di sette lunghezze. Nel periodo più difficile è stato il capitano Peppe Marchese, figlio d’arte, a spingere la squadra con canestri, difesa, dinamismo e grinta. Nel secondo quarto qualcosa è migliorata ma lo Splash, in un “PalaGalante” particolarmente affollato, è riuscito soltanto a mantenere lo stesso svantaggio.

Al rientro dagli spogliatoi la formazione castellammarese sembrava essere arrivata al capolinea. Nessun canestro e divario che sale a un preoccupante -13. A questo punto coach Ferreri dispone una difesa a zona adeguata e molto più spostata sul perimetro. In questa maniera scatta la molla giusta e il pubblico si incendia. Punto dopo punto, pallone recuperato su pallone recuperato e lo Splash raggiunge il Girgenti.

Decisivo Leo Colletta che ritrova l’ennesima strabiliante performances: 6 su 7 dal campo e 4 su 6 nei liberi. In pratica trasforma tutti i palloni che riceve. Importante anche la presenza di Cerasola sotto i tabelloni e le “bombe” di Russo Tiesi e Cucuzza che arrivano al momento giusto. Girgenti sembra un pugile messo all’angolo e anche il suo tecnico, l’esperto Ettore Castorina, sembra alzare bandiera bianca.

Castellammare incamera quindi gara 1 e domenica prossima, alle 19.30 al “PalaHamel” di Porto Empedocle, avrà la possibilità di sgambettare il quintetto di capitan Campanella. Squadra e staff ci credono: vogliono cancellare la delusione dello scorso anno e riportare Castellammare, dopo oltre un decennio, in serie D, campionato crtamento più consono alla tradizione cestistica della cittadina del Golfo.

 

Commenti

commenti