- Ideazionenews - http://www.ideazionenews.it -

Impianti pubblicitari: provvedimento “sblocca-concessioni”

Da almeno tre anni non riescono più a lavorare nella loro città. Si tratta degli operatori del settore pubblicitario che non hanno più alcun spazio (insegne o tabelloni) da vendere ali loro clienti. Ad Alcamo manca infatti il “piano delle insegne e degli impianti pubblicitari”.

A nulla è quindi servita l’approvazione in consiglio comunale, nel 2015, di un nuovo regolamento della pubblicità che tenesse conto di alcune modifiche necessarie dopo la sentenza del Tar che, parzialmente, aveva dato ragione al ricorso di un agenzia pubblicitaria e relativo agli impianti lungo la SP 55 in zona San Gaetano.

Qualcosa finalmente si muove dopo che più volte i responsabili dell’ufficio tecnico comunale hanno esternato la loro impossibilità a predisporre il nuovo “piano delle insegne” per mancanza di personale. Adesso la giunta Surdi ha deciso di mettere degli appositi fondi in bilancio per assegnare l’incarico a un progettista esterno.

“In attesa dell’approvazione del bilancio e del susseguente incarico per il piano degli impianti pubblicitari – ha detto il sindaco Domenico Surdi – abbiamo deciso di varare, di concerto con l’ingegnere capo Venerando Russo, un provvedimento ‘sblocca-concessioni’ che possa consentire agli operatori di ottenere gli spazi necessari alla loro attività”.

In attesa del nuovo strumento regolatore che dovrà prevedere i siti e il numero di impianti presenti sul territorio comunale alcamese, gli operatori pubblicitari possono usufruire soltanto di pochissimi impianti esistenti e direttamente gestiti dal comune. Sorgono in corso Generale dei Medici, via Madonna del Riposo e via Pertini. Ne esiste un altro sulla SP 55, alle porte della città, sulla cui cornice si legge il nome dell’agenzia Damir.

 

 

Commenti

commenti