Home | News | Cronaca | Morto precipitando da un palazzo. Condannati due imprenditori

Morto precipitando da un palazzo. Condannati due imprenditori

Morto precipitando da un palazzo. Condannati due imprenditori

Redazione | 16 febbraio 2018 | Cronaca, News

 

Due condanne a quattro anni ciascuno, per Enrico e Salvo Patanè,  perché non avrebbero garantito l’adeguata sicurezza in cantiere, per la morte di un operaio. Carmelo Giglio, 56 anni, precipitato nel 2011 da un altezza di quindici metri. Ai familiari della vittima, costituitisi parte civile, è stata riconosciuta una provvisionale per i danni.

Giglio era alla guida di un bobcat al quarto piano di un palazzo di proprietà della società Poiatti a Mazara del Vallo. Per conto di una ditta di Acireale, della quale i Patanè sono i titolari, stava demolendo alcune parti dell’edificio.

Il giudice ha disposto la trasmissione degli atti in Procura per valutare le dichiarazioni rese da alcuni testimoni. Le dichiarazioni non avrebbero convinto il giudice e potrebbero portare alla riapertura di posizioni archiviate durante le indagini.

Commenti

commenti