Home | News | Cronaca | Prostituzione, chiuso centro massaggi e arrestata titolare cinese
Prostituzione, chiuso centro massaggi e arrestata titolare cinese

Prostituzione, chiuso centro massaggi e arrestata titolare cinese

Redazione | 6 dicembre 2017 | Cronaca, News

 

Favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, queste le accuse con cui è stata tradotta in carcere la titolare del centro massaggi “Tuina”, sito in via Nino Bixio 9 a Trapani. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal gip del Tribunale di Trapani ed eseguita dalla Polizia nei confronti della cittadina cinese Xiaolan Han, 48 anni. Dalle indagini dirette del sostituto procuratore della Repubblica, Antonio Sgarrella, e condotte dalla Squadra Mobile di Trapani è emerso che la donna, oltre a prostituirsi, favoriva e sfruttava una sua connazionale, percependo parte degli introiti e impartendo le direttive su come doveva comportarsi con i clienti.

L’indagine ha documentato oltre cinquanta prestazioni sessuali nei riguardi di diversi uomini. I clienti venivano tutti massaggiati e a fronte di un extra tra i 10 e i 30 euro, potevano concludere il massaggio con un atto sessuale. L’esercizio commerciale è stato sottoposto a sequestro e la donna è stata trasferita al carcere “Pagliarelli” di Palermo.

Commenti

commenti