Home | Rubriche | Imprese ed incentivi | Investimenti nella creazione e nello sviluppo di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili
Investimenti nella creazione e nello sviluppo di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili

Investimenti nella creazione e nello sviluppo di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili

Ing. Vito Alessio Iovino | 13 novembre 2017 | Imprese ed incentivi, News, Rubriche

 

L’operazione 6.4.b incentiva interventi per il sostegno agli investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività extra-agricole destinate alla produzione di energia proveniente da fonti rinnovabili. Essa ha come obiettivo la diversificazione verso attività extra-agricole, attraverso interventi finalizzati ad attività di produzione, trasporto e vendita di energia da fonti rinnovabili. La dotazione finanziaria del presente bando, che rappresenta una quota parte delle risorse pubbliche in dotazione alla sottomisura, è pari a 8.663.636,37 di euro, di cui FEASR 5.241.500,00 di euro.

L’importo minimo dell’iniziativa progettuale deve essere pari ad € 30.000,00.

I beneficiari della operazione sono gli agricoltori (imprenditori agricoli) ed i coadiuvanti familiari, che diversificano la loro attività extra-agricola indirizzandola verso la produzione di energia da fonti rinnovabili, le persone fisiche, le microimprese e le piccole imprese.

Gli interventi ammissibili riguardano:

  • Acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature e forniture per la produzione di energia compresi quelli per la lavorazione e la trasformazione della materia prima;
  • Impianti di lavorazione di biomasse agro-forestali, purchè inseriti nel processo di produzione di energia;
  • Centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets, aventi potenza massima di 1 MW elettrico;
  • Impianti per la produzione di energia da biomassa, aventi potenza inferiore ad 1 MW;
  • Impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, aventi potenza massima di 200 KW per il fotovoltaico e di 60 KW per il minieolico, con divieto di realizzare impianti fotovoltaici a terra;
  • Impianti a biogas di potenza massima di 250 KW alimentati da sottoprodotti e da biomassa residuale di origine agricola e/o agroindustriale, e da colture non alimentari;
  • Impianti ausiliari finalizzati alla realizzazione delle tipologie previste ai punti precedenti e impianti di co-generazione per la produzione combinata di elettricità e calore.

Le condizioni di ammissibilità riguardano la costituzione del fascicolo aziendale, anche anagrafico; la presentazione di un piano aziendale; la iscrizione alla camera di commercio. Rappresenta condizione di ammissibilità della domanda la presentazione di un progetto esecutivo completo della documentazione obbligatoria.

Le domande di partecipazione al bando potranno essere caricate a partire dal 16/10/2017 al 31/01/2018.            

Commenti

commenti

progettoimpresa@gmail.com