Home | News | Astensionismo maggiore del 2012. Gli exit-poll premiano Musumeci ma Cancelleri è vicino
Astensionismo maggiore del 2012. Gli exit-poll premiano Musumeci ma Cancelleri è vicino

Astensionismo maggiore del 2012. Gli exit-poll premiano Musumeci ma Cancelleri è vicino

Piero Messana | 5 novembre 2017 | News, Politica

 

Meno di un siciliano su due ha deciso di non andare a votare per il rinnovo dell’ARS e per l’elezione del nuovo presidente della Regione Sicilia. L’affluenza alle urne è stata infatti di poco superiore al 46%, un dato ancora più sconfortante rispetto al già scarso 47,42% del 2012.

Come era nelle previsioni anche gli exit-poll, a cura di diversi aziende, danno in testa Musumeci davanti a Cancelleri del Movimento 5 Stelle. La forbice fra i due potrebbe arrivare anche al 4% in favore del candidato del centro-destra ma potrebbe anche ridursi notevolmente.

L’ex presidente della commissione regionale antimafia e leader del movimento “Diventerà Bellissima”, viene dato vincente con una probabile percentuale che va dal 36 al 40%. Cancelleri, invece, potrebbe arrivare al massimo al 38% ma potrebbe anche toccare la soglia più bassa del 34%.

Gli exit-poll, oltre a dare una buona presenza di voto disgiunto in favore di Cancelleri, parlano anche di una netta affermazione della lista M5S per il rinnovo dell’ARS. I pentastellati sarebbero intorno al 32%. Il secondo partito sarebbe invece Forza Italia con il 13,5%. Nel centro-sinistra quasi scomparsi i cespugli e debacle per il PD attestatosi fra il 9 e il 13 %.

Buona, sempre secondo gli exit-poll, l’affermazione di Claudio Fava, esponente della sinistra radicale, e della sua lista “Cento Passi”. Sia nell’uno che nell’altro caso si potrebbe sfiorare addirittura il 10%.

 

Commenti

commenti