Home | News | Forestali precari, la proposta di Salone: “Ricollocare queste figure all’interno dei comuni”
Forestali precari, la proposta di Salone: “Ricollocare queste figure all’interno dei comuni”

Forestali precari, la proposta di Salone: “Ricollocare queste figure all’interno dei comuni”

Redazione | 25 ottobre 2017 | News, Politica

 

 

Ricollocazione intelligente dei lavoratori forestali nei comuni. Lo strumento potrebbe essere un protocollo di intesa tra i Comuni e la Regione. È la soluzione immaginata da Nicola Cristaldi, sindaco di Mazara del Vallo e Francesco Salone candidato all’ARS e presentata nel corso di un incontro con operai forestali presso il comitato elettorale del candidato.

L’obiettivo è farli uscire dalla gabbia del precariato e dei turni da 151 giorni, 101 giorni e 78 giorni impiegandoli per la restante parte dell’anno come risorse umane specializzate, nelle aree verdi di competenza dei Comuni e delle Province. In tal modo si avrebbe un abbattimento dei costi per gli enti locali, comuni e province, che eviterebbero di affidare appalti ad aziende esterne; i forestali, invece, verrebbero affrancati dalle estenuanti attese di chiamata nelle turnazioni, lavorerebbero per quasi 12 mesi integrando attività nei comuni a lavoro per la Regione, recupererebbero credibilità agli occhi dell’opinione pubblica e ricostituirebbero il loro potere contrattuale entrando in un circuito virtuoso di occupazione/lavoro.

La proposta è parte integrante del progetto “I Futuristi”, di cui i primi promotori sono gli stessi Salone e Cristaldi, che pone particolare attenzione ai beni culturali e la forestazione.

 

Commenti

commenti