Home | News | Cronaca | Poliziotto ucciso a colpi di petra. Mistero a Petrosino

Poliziotto ucciso a colpi di petra. Mistero a Petrosino

Poliziotto ucciso a colpi di petra. Mistero a Petrosino

Piero Messana | 10 settembre 2017 | Cronaca, News

 

Ucciso a colpi di pietra in testa e con particolare violenza. E’ un vero e proprio giallo l’omicidio, nella campagne di Petrosino, del poliziotto in pensione, Salvatore Bilardello, 66 anni. L’uomo è stato aggredito nel suo vigneto di contrada Ramisella.

Durante il suo servizio al commissariato di Mazara del Vallo non si sarebbe reso protagonista di indagini particolarmente “calde” e quindi delicate. Per questo i carabinieri, che stanno indagando sull’omicidio, potrebbero escludere del tutto che l’omicidio possa essere legato all’attività di Bilardello in polizia.

 

Nessun indizio finora sul movente dell’omicidio. L’unica pista percorribile, alla luce delle modalità e cioè dell’uso di una pietra, potrebbe essere quella di una lite o di un esagerato scatto d’ira che sarebbero degenerati nella tragedia.

La macabra scoperta del copro, con il cranno totalmente fracassato, è stata fatta da un cognato dell’ex poliziotto, poco prima di mezzanotte. I familiari della vittima, non vedendola rincasare con l’arrivo dell’oscurità, avevano dato l’allarme e si erano messi all’opera per cercare l’uomo.

 

Commenti

commenti