- Ideazionenews - http://www.ideazionenews.it -

“Mare Monstrum”: altra tegola su Fazio. Divieto all’espatrio e consegna del passaporto

Per i carabinieri di Trapani l’ex sindaco di Trapani ed ex deputato regionale Girolamo Fazio, indagato per corruzione nell’ambito dell’indagine “Mare Monstrum” sui collegamenti tra la Sicilia e le isole minori, era pronto a fuggire in Tunisia.

La procura ha quindi chiesto, e ottenuto dal GIP, il divieto all’espatrio, misura cautelare che va ad aggiungersi al divieto di dimora a Palermo già a carico dell’avvocato e politico trapanese. Il giudice ha anche ordinato l’immediata consegna del passaporto alla questura.

La posizione di Mimmo Fazio si sarebbe quindi appesantita grazie ad alcune informazioni riservate, raccolte dagli inquirenti, che parlavano di un imminente viaggio dell’ex sindaco in nord Africa e più precisamente in Tunisia.

Secondo l’accusa, quindi, un tentativo di fuga o anche la volontà di volere entrare in contatto con soggetti per inquinare le prove raccolte dell’indagine in corso che, lo scorso 19 maggio, portò Fazio anche agli arresti domiciliari e coinvolse diversi politici regionali e nazionali.

“Mare Monstrum” ha cercato di scoperchiare le attività di corruzione nell’assegnazione delle tratte sociali marine, avvantaggiando la società armatrice Liberty Lines dei Morace. In un filone messinese dell’inchiesta sono stati coinvolti anche gli armatori Franza e La Cava.

Intanto per quanto un altro troncone, quello palermitano dell’inchiesta e che riguarda l’armatore Ettore Morace, il gip ha respinto la richiesta di giudizio immediato avanzata dalla Procura. L’indagine deve continuare.

 

Commenti

commenti