- Ideazionenews - http://www.ideazionenews.it -

Uffici tecnici: atto d’indirizzo dell’amministrazione per avviare una maxi rotazione interna

 

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – Il sindaco Nicolò Coppola annuncia un atto d’indirizzo dell’amministrazione comunale per avviare la rotazione del personale in uffici definiti sensibili quali il terzo, quarto e sesto settore comunale cioè Lavori Pubblici, Urbanistica e sportello unico per le Attività Produttive. L’atto di indirizzo ufficializzato con delibera di giunta è indirizzato al segretario generale Piera Mistretta, responsabile del pianto anticorruzione.

“Un indirizzo politico chiaro poiché fino ad oggi il personale non è praticamente mai stato alternato, anche se è non è altro che l’attuazione del piano anticorruzione –afferma il sindaco Nicolò Coppola-. Su input dell’assessore Antonio Mercadante ho avviato questo percorso che sono certo è condiviso da tutte le parti politiche: la rotazione infatti sarà estremamente utile per la macchina amministrativa perché consente ai tecnici  di acquisire nuove conoscenze e ci permette maggiore programmazione. Un grande vantaggio per il Comune poiché, per fare un esempio, qualora mancasse un tecnico in un settore –prosegue il sindaco Nicolò Coppola- un altro, con la formazione acquisita, sarà in grado di occuparsi dell’ufficio”.

Il piano di mobilità intersettoriale di tutto il personale tecnico, fanno presente il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore Antonio Mercadante “riguarda tutte le figure tecniche, non l’indicazione di chi deve andare e dove, ma una rotazione ciclica e completa di tutti i professionisti nei nostri uffici tecnici. La professionalità acquisita dai dipendenti in certi settori di attività non deve essere prerogativa personale ma va trasmessa così da essere mezzo a garanzia della funzionalità amministrativa. Si tratta di una  scelta di questa amministrazione– proseguono il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore Antonio Mercadante- che ha il duplice obiettivo di rispettare la normativa sull’anticorruzione e stimolare il personale ad essere ancora più esperto e produttivo”. Nell’atto di indirizzo si legge che “i dipendenti sottoposti a scambio intersettoriale svolgeranno presso i settori di destinazione funzioni e compiti propri della categoria e del profilo professionale ricoperti a seguito di opportuno affiancamento”.

Commenti

commenti