- Ideazionenews - http://www.ideazionenews.it -

Omicidio Mirarchi: mercoledì messa di suffragio. Presente anche il comandante regionale dei carabinieri

In occasione dell’anniversario dell’omicidio di Silvio Mirarchi, maresciallo capo dei carabinieri in servizio alla stazione di Ciavolo, si terrà una messa di suffragio presso a chiesa Maria Santissima Ausiliatrice di Marsala.

La funzione sarà celebrata mercoledì prossimo, 1 giugno, alle ore 17.30, dal cappellano militare, don Salvatore Falsone. Saranno presenti i familiari del sottufficiale ucciso, la moglie Antonella Pizzo e i figli Debora e Valerio.

Alla celebrazione prenderanno parte le massime autorità civili e militari di Marsala e dell’intero territorio provinciale. Sarà presente anche il comandate regionale dei carabinieri, il generale di brigata Riccardo Galletta.

Silvio Mirarchi, 53 anni, origini calabresi, è morto a seguito di un agguato, in contrada Ventrischi, la notte del 31 maggio 2016. Stava facendo, con un collega, un appostamento nei pressi di una serra dove veniva coltivata cannabis.

I due carabinieri notarono qualcosa e sono scesi dall’auto. Una volta intimato l’alt e dopo essersi identificati come carabinieri sono stati esplosi diversi colpi di pistola. A Mirarchi, che era n borghese, gli spararono alle spalle.

Poi la corsa in ospedale a Marsala e poi il tentativo disperato di salvargli la vita all’ospedale Civico di Palermo, dove era stato trasportato d’urgenza. Non c’è stato nulla da fare, Mirarchi è morto il giorno dopo, l’1 giugno 2016.

Per l’omicidio del maresciallo capo, poche settimane dopo, vennero arrestati il gestore della serra, il partinicese Francesco D’Arrigo, e il presunto killer, Nicolò Girgenti, bracciante agricolo marsalese di 55 anni.

.

Commenti

commenti