Home | News | Cronaca | Alcamo: sotto processo, per calunnia, l’ASU che aveva accusato l’ex sindaco Bonventre
Alcamo: sotto processo, per calunnia, l’ASU che aveva accusato l’ex sindaco Bonventre

Alcamo: sotto processo, per calunnia, l’ASU che aveva accusato l’ex sindaco Bonventre

Piero Messana | 18 maggio 2017 | Cronaca, News

 

Aveva denunciato il sindaco Sebastiano Bonventre, poi dimessosi, e il dirigente Marco cascio, adesso in pensione, per abuso di ufficio, omissione di atti di ufficio e lesioni personali dolose. Le accuse, secondo la donna, dopo la sua decadenza dal diritto alla utilizzazione come ASU.

Bonventre e Cascio, dopo un paio di anni, sono stati completamente prosciolti dalle accuse mentre la lavoratrice ASU, Gisella Alesi, 40 anni, è stata adesso rinviata a giudizio per calunnia, articolo 368 del codice penale.

Lo ha deciso il gup Antonio Cavasino nell’udienza preliminare celebratasi ieri. La donna, difesa dall’avvocato Damiano Ciacio, non ha scelto il rito abbreviato e dovrà presentarsi in tribunale giovedì 13 luglio.

Proprio per le vicende legate all’ASU Gisella Alesi, Sebastiano Bonventre si dimise da sindaco nel giugno 2015 dopo avere ricevuto un avviso di garanzia anche per lesioni personali volontarie. La donna, infatti, aveva subito un’interruzione di gravidanza legata, a suo dire, allo stress causato da un provvedimento illegittimo.

Ma il provvedimento dell’amministrazione Bonventre, come stabilito poi dal tribunale, fu assunto “secundum legem” ed inoltre “non è in alcun modo possibile fondatamente congetturare la sussistenza, in capo al Bonventre e al Cascio, di una volontà diretta a procurare lesioni personali alla querelante”.

Adesso il processo per calunnia scaturito da un esposto, presentato alla procura il 20 dicembre scorso, da Sebastiano Bonventre, difeso dall’avvocato Antonino Gucciardo.

 

 

 

Commenti

commenti