Home | News | Splash Castellammare: sfuma la serie D. Assenze e 22 liberi sbagliati, decidono il match
Splash Castellammare: sfuma la serie D. Assenze e 22 liberi sbagliati, decidono il match
Lo Sporting Sant'Agata promosso in serie D

Splash Castellammare: sfuma la serie D. Assenze e 22 liberi sbagliati, decidono il match

Piero Messana | 15 maggio 2017 | News, Sport

 

In campo è stata gettata fino all’ultima goccia di sudore e al termine di una lotta estenuante lo Splash difendeva ancora a tutto campo, senza mollare di un centimetro.

Senza Gaetano Guinci, tiratore scelto da tre punti, e senza il lungo Nino Titoli, il quintetto di Ferreri avrebbe potuto mollare fin da subito e invece ha morso gli avversari per tutti i quaranta minuti, provando a riportare la serie in parità.

Lo Sporting Sant’Agata ha davvero tremato ma ha ottenuto la serie D più con il successo di una settimana fa, a Castellammare del Golfo, che con la finale bis in cui ha capitalizzato il “regalo” dello Splash in gara 1.

Nonostante tutto coach Ferreri ha provato a centrare l’impresona e poteva davvero centrarla qualora i suoi ragazzi avessero tirato i liberi con una percentuale appena dignitosa. Invece no e nel basket, con un 16 su 38 dalla linea (roba da non credere), è davvero difficile vincere.

Dall’altro lato Sant’Agata ha firmato un 22 su 30, con una decina di liberi tirati quando Castellammare è ricorsa al fallo sistematico per fermare il tempo e provare il “colpo di coda”.

Primi due periodi in grande equilibrio e squadra del Golfo che mette anche il naso avanti di un punto. Tutto questo con i tanti liberi sbagliari fin dai primi minuti. Encomiabile davvero la “classe operaia” dello Splash con Gioè e Crisafi a lottare come leoni.

Nel terzo periodo Sant’Agata prova ad allungare con un ottimo Urso, con Pizzuto e anche con la cattiveria agonistica di Mondello. Ci pensano Cucuzza e Impellizzeri a tenere viva la partita.

Nel finale l’esperienza di Ruisi, Colletta e Melia non basta anche se Castellammare riesce a far fare dietrofront a coach Fiasconaro: dentro i ragazzini santagatesi ma poi lo Splash non molla e il tecnico locale rimanda in campo i big.

E’ comunque l’ultimo lampo di gara 2 e scorrono i titoli di coda: finisce 61 – 51. Lo Sporting fa festa per la serie D e, con un impianto da favola, può davvero programmare il futuro con molte ambizioni. Lo Splash Castellammare si morde le dita per gara 1 e per l’orripilante percentuale nei liberi.

Però potrebbe rimanere uno spiraglio visto che ogni anno i gironi di serie D non si completano come numero di squadre. La società castellammarese potrebbe fare un pensierino alla richiesta di ammissione. Chissà!

SPORTING SANT’AGATA: Cipriano, Pizzuto 12, Urso 16, Machì 3, Mondello 10, Stratì 3, Sindoni 4, Serio, Fiasconaro F, Fiasconaro L 2, Valente 11. Coach: Max Fiasconaro.

SPLASH CASTELLAMMARE: Gialel ne, Saputo 2, Colletta 8, Borruso ne, Marchese 4, Impellizzeri 6, Gioè 4, Cucuzza 15, Crisafi 2, Ruisi 6, Melia 4. Coach: Giampiero Ferreri

 

Commenti

commenti