- Ideazionenews - http://www.ideazionenews.it -

Beni confiscati a Nicastri: ieri l’assegnazione al comune di Alcamo

Fra gli oltre 400 beni confiscati definitivamente alla criminalità organizzata e assegnati, ieri, ai comuni siciliani, cinque sono stati quelli consegnati dal prefetto Postiglione, direttore dell’agenzia beni confiscati, al sindaco di Alcamo, Domenico Surdi.

Si tratta di immobili di proprietà di Vito Nicastri, il “re del vento”, imprenditore di 61 anni, coinvolto in alcune inchieste di mafia. Su tali beni la giunta comunale alcamese aveva deliberato, nel dicembre scorso, la manifestazione di interesse per finalità sia sociali che istituzionali.

Gli immobili assegnati al sindaco di Alcamo si trovano in pieno centro abitato ma anche ad Alcamo Marina. In particolare un’abitazione indipendente e un appartamento in condominio in via XV Maggio, un altro immobile nella stessa zona e più precisamente in via Caldiero, un fabbricato in costruzione in via Federico II e un’abitazione indipendente ad Alcamo Marina.

Fra i beni confiscati a Vito Nicastri, ieri consegnati al comune di Alcamo, anche un terreno ed un terreno alle porte della cittadina, in via Cappuccini Vecchi, in cui sorge un orto.

“La legalità è uno dei principi fondamentali cui la nostra amministrazione tiene in particolar modo – ha detto il sindaco Surdi – e quindi ci apprestiamo a portare in consiglio il regolamento per l’utilizzazione e l’assegnazione dei beni confiscati alla criminalità”.

Commenti

commenti