Home | Rubriche | Imprese ed incentivi | Disponibili altri 100 milioni di euro per il bando “Nuove imprese a tasso zero”
Disponibili altri 100 milioni di euro per il bando “Nuove imprese a tasso zero”

Disponibili altri 100 milioni di euro per il bando “Nuove imprese a tasso zero”

Ing. Vito Alessio Iovino | 31 marzo 2017 | Imprese ed incentivi, News, Rubriche

 

Sono stati resi disponibili altri 100 milioni di euro per il bando “Nuove Imprese a Tasso Zero”, la misura gestita da Invitalia e rivolta alle micro e piccole imprese promosse da una maggioranza di giovani o di donne. Con questo rifinanziamento, comunicato il 14 marzo scorso, arrivano in tutto a 150 milioni di euro le risorse disponili sulla misura per tutto il territorio nazionale.

Gli incentivi sono rivolti alle società di persone e di capitali, partecipate in prevalenza da donne o da giovani tra i 18 e i 35 anni. Le imprese devono essere costituite obbligatoriamente in forma di società da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda.

Anche le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a patto che costituiscano una nuova società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

Le agevolazioni prevedono un finanziamento agevolato a tasso zero della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali.

Quindi si tratta di un prestito a tasso zero, ma senza un contributo a fondo perduto (molto differente dalle precedenti misure che prevedevano un fondo perduto pari al 50% dell’investimento).

A beneficiare delle nuove agevolazioni finanziarie sono le imprese femminili e giovanili:

– costituite in forma societaria, ivi incluse le società’ cooperative;

– la cui compagine societaria e’ composta, per oltre la meta’ numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di eta’ compresa tra i diciotto e i trentacinque anni ovvero da donne;

– costituite da non più’ di dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;

– di micro e piccola dimensione, secondo la classificazione contenuta nel decreto del Ministro delle attività’ produttive 18 aprile 2005.

Sono finanziabili le iniziative per:

– la produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli;

– la fornitura di servizi alle imprese e alle persone;

– il commercio di beni e servizi;

– il turismo.

Le spese ammissibili possono riguardare l’acquisto di impianti, macchinari, attrezzature, opere murarie, brevetti, licenze, servizi ICT, formazione, consulenze, ecc.

L’importo massimo del finanziamento non potrà superare gli euro 1.500.000,00 per ciascuna società e le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a  sportello.

Si sottolinea che:

– non ci sono graduatorie, né click-day

– le domande vengono esaminate in base all’ordine cronologico di presentazione.

 

Info contatti:

Ing. Vito Alessio Iovino – cell. 392 8760440

email: imprendita@gmail.com

Commenti

commenti

progettoimpresa@gmail.com