Home | Rubriche | Mode & Modi | Belpaese e moda
Belpaese e moda

Belpaese e moda

francescavivona | 6 novembre 2014 | Mode & Modi

 

Dall’Unitá d’Italia ad oggi vi sono oltre 150 anni di eleganza e di stile che caratterizzano il nostro Made in Italy in fatto di moda.
Una grande parte dell’esportazione italiana é rappresentata dal settore tessile (abbigliamento, calzature, pelletteria), un settore che da anni realizza prodotti di prima qualità. Allo stato attuale é possibile apprezzare i grandi marchi della moda nelle più importanti vie dello shopping internazionale.
Le più grandi maison italiane sono diventate delle vere e proprie multinazionali del lusso, tra cui: Prada, Versace, Missoni, Gucci, Tod’s, Dolce&Gabbana, Sergio Rossi, Armani, ecc…
Il successo della moda italiana si è evoluto di pari passo con la società e la cultura, dagli esordi degli anni ’50 fino alle attuali tendenze, passando dallo spettacolo alle grandi attrici che da sempre affascinate dal Made in Italy, decidono di indossarlo sul red carpet.
Vicissitudini degli ultimi anni, portano le multinazionali alla conquista del Made in Italy, marchi storici italiani che passano in mani straniere, soprattutto francesi.
Tra i marchi storici del lusso “ceduti” vi è il gruppo Valentino comprato dall’Emiro del Qatar per circa 700 milioni; stessa fuga verso l’estero per Emilio Pucci, Fendi, Acqua di Parma, Loro Piana che vengono ceduti ai francesi Louis Vuitton Moet Hennessy (Lvmh).
Riflessione finale: si tratta di una globalizzazione inevitabile?

Commenti

commenti