Home | News | Attualità | Trapani, presentata petizione contro evasione fiscale
Trapani, presentata petizione contro evasione fiscale

Trapani, presentata petizione contro evasione fiscale

Redazione | 4 maggio 2014 | Attualità, News

 

Presentata nei giorni scorsi a Trapani la petizione popolare dell Uil, avente ad oggetto la  lotta all’evasione fiscale in Italia. All’incontro, oltre al segretario generale della Uil Trapani Eugenio Tumbarello, era presente il presidente nazionale del Caf Uil Giovanni Angileri.
La petizione – dichiara Angileri – contiene cinque proposte concrete, cinque provvedimenti, che l’Unione italiana del Lavoro chiederà di varare al Governo e al Parlamento per il recupero delle imposte non versate. Le proposte nel dettaglio sono: l’estensione del contrasto di interessi; la creazione di una struttura esclusiva per l’accertamento; la revisione e l’inasprimento del sistema sanzionatorio; il potenziamento del ruolo degli enti locali; l’elevazione a rango costituzionale dello Statuto dei Diritti del contribuente. Secondo i dati in nostro possesso ogni anno, oltre 180 miliardi di euro di imposte vengano tolte alla collettività. Tale denaro, se recuperato, permetterebbero di ridurre in maniera sostanziale le tasse a lavoratori dipendenti e a pensionati”.
Il segretario generale trapanese invita a firmare la petizione via web o presso qualsiasi struttura dell Uil su tutto il territorio trapanese. “Per firmare la petizione – commenta Tumbarello – basta  collegarsi al sito www.uil.it e compilare l’apposito modulo. In alternativa, ci si può rivolgere a una qualsiasi delle strutture Uil sul territorio provinciale. Si può aderire entro il prossimo 30 giugno. Contiamo di significare un’importante sostegno a questa iniziativa”.
Giulia Giacalone

Commenti

commenti