Home | Rubriche | Mode & Modi (pagina 4)

La simpatia di Gladys Perint Palmer

img057

Linea sinuosa e colorazione abbozzata hanno le donne rappresentate da Gladys Perint Palmer. Illustratrice nata a Budapest nel 1947 ma cresciuta a Londra, formatasi alla Saint Martin’s School of Art ed in seguito alla Parsons School of Design di New York dove cominciò a dedicarsi all’illustrazione. Tra le sue prime collaborazioni quelle con Vogue UK e il Sunday Times e con Harper’s Bazaar New York. Nel 1972 si trasferisce a Hong Kong dove illustra una rubrica bisettimanale per il South China Morning Post ed espone i suoi dipinti poi acquisiti dal Museo della città e dall’Hong Kong Arts Center. Nel ... Continua a leggere »

L’eleganza di Kenneth Paul Block

KPB

Gestualità e senso del colore i caratteri fondamentali delle illustrazioni di Kenneth Paul Block, nato e cresciuto a Larchmont, New York, il 26 luglio 1924. Sin da bambino sapeva quale sarebbe stata la sua professione, sfogliando i numeri di Harper’s Bazaar della madre pianista, sognava già di disegnare quelle donne così glamour dei servizi di moda. Studiò alla Parsons School of Design e in seguito, per pagare dei dabiti, lavorò per la McCall’s Patterns pur trovandolo noioso rappresentare gli abiti per filo e per segno senza poter dare sfogo alla sua fantasia. Visse la sua vita accanto al compagno, anch’egli ... Continua a leggere »

Joe Elua: la matita più veloce

img053

Macchie di colore che si trasformano in donne senza viso che sfilano è la riconoscibilità dei lavori di Joe Elua, illustratore di moda nato nel gennaio 1925 negli Stati Uniti, combattuta la Seconda Guerra sugli Appennini italiani potè iscriversi come ex soldato all’Arts Student League di Manhattan e cominciò a vendere illustrazioni per la rivista Town & Country e Saks Avenue. Creò copertine degli album e poster per Miles Davis, Liza Minelli e Bette Midler. Fu eletto direttore creativo di Halston nel 1970, ne definì lo stile con la sua idea che essere chic non implicava necessariamente il denaro. Lavorò ... Continua a leggere »

Le donne di Antonio Lopez

img051

Potenza del colore e fisicità sono le caratteristiche dei disegni dell’illustratore Antonio Lopez. Originario di Puerto Rico, nato nel febbraio 1947 all’età di sette anni si trasferisce con la famiglia a New York e intraprende la sua formazione al Fashion Institute of Technology. Nel 1969 si trasferisce a Parigi col suo collaboratore Juan Eugenio Ramos e diventa socio di Karl Lagerfeld; trascorre lì un anno, sono gli anni della Disco e del suo “talent scouting”, scopre Jessica Lang, Jerry Hall, Grace Jones e Tina Chow. I suoi lavori vennero pubblicati su Vogue, Harper’s Bazaar, Elle, Interview, The New York Times, ... Continua a leggere »

Renè Gruau

img048

Illustratore per eccellenza, personalità e stile che lo definirono predecessore di quella che oggi è la pubblicità di moda. I colori della grafica, i suoi colori: Bianco come un foglio su cui disegnare, Nero come l’inchiostro e Rosso come il rossetto Rouge Basier di Dior, la cui pubblicità è tra le sue più famose. Tutte queste diciture stanno sotto il nome di Renè Gruau ovvero Renato Zavagli Ricciardelli delle Caminate, nato a Rimini nel 1909 da padre conte italiano e madre aristocratica francese; con la quale si trasferì a Parigi all’età di 3 anni, cioè quando i suddetti divorziarono. Fu ... Continua a leggere »

Edina Altara e il decorativismo

img047

Facciamo un passo indietro nella storia con una personalità di spicco, ma non abbastanza conosciuta, tra le arti applicate del periodo Liberty in Italia: Edina Altara. Decoratrice, pittrice, ceramista e illustratrice, nacque a Sassari nel 1898 e da autodidatta amante del disegno sin da bambina fu notata ad una mostra della Società degli Amici dell’Arte in cui Vittorio Emanuele III acquistò un suo collage adesso esposto al Quirinale. Firmò parecchi lavori col suo sposo e collaboratore Vittorio Accornero de Testa coi nomi Edina e Ninon, ma nel 1934 si separarono e lei aprì nella sua casa a Milano un atelier. ... Continua a leggere »

Maria Pezzi: una vita invidiabile

img046

Negli anni della lotta per una “Moda Nazionale” in cui il mercato italiano assorbiva da sola un terzo delle esportazioni francesi nel 1931 mentre la rivista Vesta lanciava perfino un concorso per sostituire i termini francesi con parole italiane equivalenti, viveva l’illustratrice Maria Pezzi. Donna dalla vita invidiabile, considerata “memoria del 900” assistette a partire dagli anni Cinquanta all’affermazione della moda italiana e lo sviluppo di quella francese. Avvenimenti come il New Look di Christian Dior del 1947, la sfilata nella Sala Bianca di Palazzo Pitti che coronò la nascita del Made in Italy, il debutto di Givenchy, colui che ... Continua a leggere »

Brunetta l’Illustratrice

br

Probabilmente la più vasta e longeva carriera al femminile nel mondo dell’illustrazione sta sotto il nome di Bruna Moretti Mateldi. Nata ad Ivrea nel 1904 è a Milano che si avvicina al mondo della moda, a metà anni Venti, cominciando la sua carriera lavorando per La Gazzetta del Popolo, poi Lidel, La Lettura, Il Corriere della Sera, Il Balilla, I tessili nuovi, La Donna e altri. Negli anni Trenta come molti colleghi comincia a dedicarsi anche ai manifesti pubblicitari come il già citato in un precedente articolo Marcello Dudovich per Martini, anche per Campari, Olivetti, Emme e Gi.Vi. ma il ... Continua a leggere »

Gino Boccasile e il regime fascista nell’illustrazione di moda

Cattura

Sono ancora gli anni del regime fascista, con la propaganda ufficiale contro l’emancipazione e il lavoro extradomestico femminile visti deleteri per lo sviluppo della Nazione. L’attività giornalistica di moda appariva come una trasgressione e giornaliste si difendevano scrivendo di essere madri di famiglia come tante altre anche se parlavano di industria, commercio e problemi di alta moda.  Le riviste si dividevano in quelle di lusso rivolte ad un pubblico femminile dall’alto tenore di vita e con un grado di libertà in più rispetto alla propaganda del regime e quelle popolari indirizzate ad un modello di donna il cui orizzonte è ... Continua a leggere »

Dreamers and Dissenters

603131_10201792518606289_1570845045_n

Altro appuntamento fashion da non perdere nella Milano di fine 2013 si trova al Triennale Design Museum, nel nuovo Palazzo dell’Arte alle spalle di Parco Sempione, in Viale Alemagna, vicino la stazione Cadorna (dove si può ammirare l’opera di Claes Oldenburg  Ago, Filo e Nodo inaugurata nel 2000 in omaggio alla città della Moda). Un percorso che abbraccia storia, cultura, ricordi, mode e stili di vita che non ci appaiono poi così lontani, è quello affrontato dall’esposizione Dreamers and Dissenters – Viaggio illustrato tra le mode degli anni Sessanta a cura di Matteo Guarnacca e Giulia Pivetta; due generazioni a ... Continua a leggere »