Home | News | Cronaca (pagina 9)

Già agli arresti domiciliari rapina locale in pieno centro ad Alcamo

DI BENEDETTO_def

Il 29 gennaio in tarda serata è intervenuta una volante della polizia del commissariato di Alcamo, allertata dal titolare di un enoteca del centro per trarre in arresto Di Benedetto Gaspare. Di Benedetto era entrato nel locale con fare minaccioso ed aveva sottratto arbitrariamente cibo e bevande. Gli agenti arrivati sul posto ricostruiti i fatti, si sono recati presso la sua abitazione dove, a seguito di perquisizione domiciliare, veniva rinvenuta parte della refurtiva. Il reo era già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per altri motivi. Di Benedetto è stato tratto in stato di arresto con l’accusa di evasione ... Continua a leggere »

Calatafimi: donna si lancia dal Ponte Sasi e si salva

VIGILI-DEL-FUOCO-HD-1 (1)

CALATAFIMI – Una donna di 33 anni residente a Vita si è lanciata, nei giorni scorsi, dal Ponte Sasi a Calatafimi. Ma, nonostante un volo di 25 metri, si è salvata, perché rimasta impigliata all’interno della folta vegetazione spontanea. Per recuperarla sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Alcamo e gli uomini del soccorso alpino. La donna era cosciente e non ha riportato alcuna frattura, solo alcune escoriazioni alle braccia e alle gambe. Continua a leggere »

Sea Watch: arrivo al porto di Catania

timthumb

Ieri, la nave della organizzazione non governativa tedesca battente bandiera olandese, la Sea Watch è attraccata a Catania, scortata da motovedette della guardia costiera e della guardia di finanza. A bordo c’erano 47 migranti soccorsi nel Mediterraneo, compresi 15 minorenni non accompagnati. Terminate le manovre di attracco i migranti hanno festeggiato l’arrivo al molo di Levante abbracciandosi tra di loro e abbracciando i componenti dell’equipaggio della nave. I 47 migranti saranno distribuiti tra 9 Paesi dell’Unione Europea, tra cui l’Italia. Continua a leggere »

Partinico: marito ucciso a coltellate dalla moglie

omicidio

Ancora un caso di uxoricidio si è consumato nella giornata di ieri , nella vicina Partinico. Antonella Cover di 55 anni, si è presentata presso gli uffici del commissariato di Partinico con ancora tra le mani l’arma del delitto con la quale ha ucciso il marito, Filippo Marzucco di anni 64. Pare che l’istinto omicida sia scattato al culmine di una violenta discussione. I soccorsi intervenuti sul posto hanno trovato il corpo esanime intriso di sangue con i segni delle coltellate sul petto ed hanno solo potuto accertare la morte dell’uomo. Il Marzucco era rientrato da poco in Sicilia dalla Svizzera dove ... Continua a leggere »

Mafia: arrestate 7 persone a Palermo, componenti della “Commissione di Cosa Nostra”

arresti

Oggi, la Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Palermo ha emesso dei provvedimenti di fermo per sette persone, accusate di far parte della ricostituita “Commissione di Cosa Nostra”. Il progetto di ridare vita alla Cupola era stato scoperto a dicembre e aveva portato al fermo di 47 tra boss e gregari. Oggi, tra gli arrestati ci sono: Leandro Greco detto “Michele” (nipote di Michele, detto “Il Papa”, storico boss della vecchia cupola tra gli anni ’70 ed ‘80), capo del mandamento mafioso di Ciaculli e Calogero Lo Piccolo (figlio di Salvatore, in carcere dal 2007), capo del mandamento mafioso di ... Continua a leggere »

Vincenzo Proia assolto per il reato di bancarotta fraudolenta

download

ALCAMO – Vincenzo Proia è stato assolto dall’accusa di bancarotta fraudolenta perché “il fatto non sussiste”. L’indagine era partita quattro anni fa e l’imprenditore alcamese attivo nel campo del materiale edilizio e arredi per il bagno era stato accusato di aver distratto somme per 150 mila euro dell’azienda di cui era amministratore, la Proia Edil Srl. In fase processuale, però, Proia, assistito dal suo avvocato Maurizio Lo Presti, è riuscito a dimostrare la sua innocenza. Continua a leggere »

Scoperta casa di appuntamenti a Palermo

CASA APPUNTAMENTI

Ieri, in seguito alle indagini condotte dalla Sezione criminalità straniere e prostituzione, la polizia di Stato ha sequestrato una casa d’ appuntamenti in via Principe di Paternò, a Palermo e ha denunciato il proprietario dell’appartamento, un palermitano di 47 anni incensurato, con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. Nell’appartamento c’erano donne italiane e straniere che, secondo quanto stabilito dalle indagini, avrebbero fornito i loro servizi in questa casa, situata in pieno centro a Palermo e avrebbero offerto anche “extra”, come i transfert da e per l’aeroporto Falcone Borsellino. Il proprietario incassava 400 euro a settimana in cambio della piena disponibilità di ... Continua a leggere »

Alcamo: escluso l’ergastolo per i fratelli Gatto, per loro una condanna a trent’anni.

Gatto e auto Coraci

Per l’omicidio Coraci la sentenza di primo grado aveva inflitto ai due fratelli, la pena più severa del nostro ordinamento penale, l’ergastolo. I giudici della Corte d’Assise di Palermo hanno invece deciso di sostituire l’ergastolo con una reclusione a trent’anni, per i tragici fatti del novembre 2017 dove perse la vita Enrico Coraci. Uno dei due fratelli, Vincenzo, ha dichiarato in una memoria difensiva di non essere l’autore materiale del fatto ma di essersi trovato li, durante le fasi concitate che hanno portato all’omicidio, di passaggio e di non aver premuto materialmente il grilletto. Il legale di quest’ultimo aveva pure provato a ... Continua a leggere »

Mafia, confiscati beni ad imprenditore trapanese

beni-confiscati-mafia

Oltre 4 milioni di euro, ammonta il valore dei beni confiscati dalla DIA a Vito Di Giorgi imprenditore di Campobello di Mazara. L’indagato  in passato era stato reputato dalle forze dell’ordine come “persona socialmente pericolosa” dalla giustizia trapanese, ed infatti gli organi inquisitori pensano possa essere affiliato alla famiglia mafiosa di Mazara del Vallo guidata dal boss Mariano Agate. All’imprenditore erano già state comminate una misura di sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza. Le indagini avevano appurato rapporti tra mafia, imprenditoria locale e massoneria deviata, con il coinvolgimento di noti personaggi, aventi l’obbiettivo di manipolare l’esito ... Continua a leggere »

Una raccolta fondi per il recupero di Angela Grignano

angela

Tore Grignano, uno dei due fratelli di Angela, ha lanciato tramite Facebook una raccolta fondi con #HelpAngelaDanceAgain per sostenere le spese mediche, anche per la futura riabilitazione della giovane danzatrice. La 24enne trapanese è rimasta ferita nell’esplosione a Parigi avvenuta sabato 12 gennaio, dove sono morte 4 persone e 50 persone sono rimaste ferite, alcune in modo grave. La ragazza ha subito tre interventi chirurgici: uno alla mano, che è stata totalmente recuperata e due alla gamba destra, risultata gravemente danneggiata. Subito dopo l’ultimo intervento, il fratello ha dichiarato: “L’operazione è andata molto bene. I medici sono riusciti a salvare ... Continua a leggere »