Home | News | Cronaca (pagina 80)

Omicidio Mirarchi: gli assassini hanno sparato sapendo che fosse carabiniere

camera e luogo

La sparatoria che ha provocato, nelle campagne di contrada Ventrischi, a Marsala, la morte del maresciallo Mirarchi, sarebbe scattata dopo che il militare dell’Arma, assieme ad un suo collega, si sarebbe qualificato di fronte ai malviventi. Lo spiega in una nota il procuratore Anna Sessa che sta seguendo le indagini. I due carabinieri erano impegnati in un servizio di osservazione e, notando la presenza di persone che al buio si comportavano in maniera sospetta, hanno deciso di avvicinarsi. Giunti a circa 60 metri da loro, hanno acceso le torce in dotazione e si sono qualificati come carabinieri; da qui la ... Continua a leggere »

Droga a Trapani, soprattutto a Milo: nove divieti di dimora nelle province di Palermo e Trapani

gli otto

Gli agenti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Trapani hanno messo a segno, questa mattina, l’operazione “Venti di scirocco” dando esecuzione a otto misure cautelari del divieto di dimora nel territorio delle provincie di Trapani e Palermo per traffico di sostanze stupefacenti. Un’altra persona non è stata ancora rintracciata. Le misure restrittive sono state applicate a Maurizio, Michele e Massimiliano Salafia, di 37, 40 e 38 anni; Valentina Peraino, 26enne; Francesca Incarbona di 36 anni; Giuseppe Acabo,trentaduenne; Pietrino e Giuseppe Cherchi di 31 e 37 anni. Dopo numerose intercettazione a carico degli indagati è venuta fuori una mappatura nell’ambito ... Continua a leggere »

Mirarchi: stasera camera ardente, domattina esequie. Arrestato il coltivatore della droga

mirarchi ultima

Il territorio di Marsala e di tutte le sue contrade è stato rivoltato come un calzino. Controlli a tappeto da parte dei carabinieri dopo l’omicidio del maresciallo Silvio Mirarchi, morto mercoledì sera a Palermo dopo essere stato ferito nelle campagne di Marsala durante un servizio antidroga. Subito è scattato un arresto, quello del titolare delle due serre nelle quali erano coltivate ben seimila piante di cannabis, la più grande piantagione scoperta nel Trapanese. In manette, quindi, Francesco D’Arrigo, 54 anni, di Partinico, con precedenti per traffico di droga. Adesso gli investigatori cercheranno di ricostruire l’esatta dinamica dell’agguato, dalla testimonianza dell’altro ... Continua a leggere »

Sgomento a Marsala: muore il maresciallo Mirarchi, colpito alle spalle

mirarchi ultima

Sgomento a Marsala, in tutta la Sicilia ma anche a livello nazionale, per la morte del maresciallo dei carabinieri Silvio Mirarchi, 53 anni, originario di Catanzaro ma residente da anni nella cittadina lilybetana. Era stato colpito alle spalle, da un’arma di grosso calibro, nel pomeriggio di ieri mentre stava effettuando appostamenti, fra le contrade di Ciavolo e Ventrischi, alla ricerca di piantagioni di droga. A sparare al maresciallo sarebbero stati proprio i guardiani della coltivazione. Silvio Mirarchi, dopo un primo intervento chirurgico all’ospedale di Marsala, è stato trasportato in elisoccorso al “Civico” di Palermo e qui, nella tarda serata, è deceduto. ... Continua a leggere »

Viene soccorso, sbarca a Pantelleria ma viene arrestato. Giovane tunisino era ricercato dal 2010

jendoubi

E’ arrivato al porto di Pantelleria, grazie alla motovedetta della Guardia Costiera che ha soccorso un gommone di circa 10 metri nel canale di Sicilia, ed è stato salvato assieme ad una quarantina di tunisini. Ma dopo alcuni controlli AFIS, il sistema automatizzato di identificazione impronte, è finito in manette. Si tratta di Ghofran Jendoubi, 26 anni, che è stato arrestato presso l’hot-spot di contrada Milo a Trapani dalla sezione criminalità straniera della squadra mobile, di concerto con la polizia scientifica della questura.   Su Jendoubi pendeva una condanna a 6 mesi di reclusione, su provvedimento emesso dalla procura di Perugia, ... Continua a leggere »

Strage di Brescia: ergastolo definitivo per i cugini Marino. Adesso sono ricercati

i cugini Marino

La polizia di Brescia, Milano e Trapani sta cercando i cugini trapanesi Vito e Salvatore Marino, condannati all’ergastolo dalla Corte d’Assise d’appello di Milano al termine del terzo processo d’appello per la strage della famiglia Cottarelli avvenuta a Urago Mella (Brescia) il 26 agosto 2006. Oltre alla condanna è stato emesso un decreto di cattura nei confronti dei due cugini di Paceco, che non erano presenti in aula come invece accaduto nelle precedenti udienze del processo. I Marino sono quindi ricercati. I cugini Vito e Salvatore Marino, imparentati con il vecchio boss di Paceco “Mommu u’ nanu”, fecero irruzione nella villetta della famiglia Cottarelli ... Continua a leggere »

“Spese pazze” all’ARS: chiesti 10 rinvii a giudizio. L’inchiesta coinvolge altri 40 politici

ars spese pazze

La Procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio per gli ex capigruppo e deputati dell’Assemblea Regionale Siciliana, indagati per peculato nell’ambito dell’inchiesta sulle cosiddette “spese pazze” (nella scorsa legislatura) e che hanno scelto il rito ordinario. Secondo l’accusa “l’assenza di un obbligo di rendicontazione non esime dall’obbligo di giustificazione delle spese”. In altri casi le spese avrebbero avuto natura privatistica e non istituzionale. Adesso, sul rinvio a giudizio, dovrà pronunciarsi il Gup Riccardo Ricciardi. Avevano scelto il rito ordinario, e quindi attenderanno la decisione del Gup, 10 deputati di quasi tutti i gruppi parlamentari: Giulia Adamo, Paolo Ruggirello, ... Continua a leggere »

Ripartiti i focolai: a Pantelleria ardono ancora le fiamme. Chiesto lo “stato di emergenza”

foto postata dal Comune di Pantelleria

Il devastante incendio che stamattina sembrava quasi domato, ha ripreso il suo cammino con una certa veemenza nonostante i canadair e gli altri mezzi dei vigili del fuoco. I focolai si sono rianimati e il lungo fronte, dopo Montagna Grande, ha attaccato rinomati luoghi turistici e balneari. Il sindaco di Pantelleria, Salvatore Gabriele, ha chiesto la dichiarazione dello stato di emergenza. I danni sono incalcolabili. Più di meta isola è stata devastata dalle fiamme che ancora ardono. Da ieri l’Aeronatica militare e l’azienda elettrica locale hanno attivato un gruppo elettrogeno assicurando almeno la prosecuzione delle attività commerciali e dei servizi essenziali tra cui ... Continua a leggere »

Pantelleria: querce e vigneti distrutti da un incendio. Fiamme da sabato sera

due foto dell'incendio

Divampato sabato sera, molto probabilmente appiccato da folli criminali, ha distrutto finora circa 600 ettari di vegetazione nel’isola di Pantelleria: dal bosco di querce di Montagna Grande, fino al mare di Balata dei Turchi e toccando anche diversi centri abitati. Alcuni focolai stamattina sono ancora attivi. I primi ad intervenire sono stati i vigili del fuoco del distaccamento aeroportuale che subito hanno chiesto l’intervento di ben 4 Canadair, tre squadre di terra e 5 mezzi antincendio. Gli aerei, però, a causa dell’oscurità, hanno potuto cominciare i lanci soltanto ieri mattina. Le fiamme, a causa del forte vento, hanno poi minacciato le località di Rekale, ... Continua a leggere »

Alcamo: danneggiata vetrina di un comitato elettorale. E’ Lauria l’obiettivo?

la vetrina danneggiata

Campagna elettorale agguerrita, quella di Alcamo, ma nei binari del senso civico. L’unico episodio fuori dal quieto vivere si è registrato ai danni del comitato elettorale di Alan Pirrone, giovane candidato al consiglio comunale nella lista “Noi X Alcamo”. In pieno giorno alcuni vandali hanno infranto il vetro esterno del comitato sito nella centrale via Savona, probabilmente con una mazza o con una grossa pietra, dando il colpo più forte sulla fronte della gigantografia del candidato sindaco Lauria. “E’ un atto vile – ha detto Saro Lauria – che offende le regole democratiche della campagna elettorale, che non ci intimidisce e ... Continua a leggere »