Home | News | Cronaca (pagina 30)

Ferragosto e controlli a tappeto dei carabinieri. Sequestrata droga e sospese molte patenti. Anche un arresto

I controlli di ieri

Una cinquantina di uomini, unità cinofile, posti di blocco e più di dieci pattuglie impegnate fra Alcamo, Alcamo Marina e Castellammare del Golfo. Un controllo straordinario del territorio, durante il ponte di Ferragosto, davvero meticoloso da parte dei carabinieri della compagnia di Alcamo. Il bilancio degli uomini coordinati dal tenente del NORM, Sebastiano Russo, è stato finora cospicuo. Tantissime patenti sospese perchè i titolari guidavano in evidente stato di ebbrezza, sequestro anche di mezzi e ciclomotori, molti giovani denunciati per sostanze stupefacenti. I militi dell’Arma, nel corso di una nottata sovraffollata ma senza grossi problemi, hanno sequestrato anche ogni tipo di droga, ... Continua a leggere »

Alcamo: spaccio di droga mentre era ai “domiciliari”. Ancora arrestato un pregiudicato

AQzize ok

Era ai domiciliari per rapina, furti, estorsione e droga ma continuava a spacciare e a delinquere. Così Azize Lekhouidi, 35 anni, alcamese con origini nordafricane, è stato nuovamente arrestato dopo che i carabinieri lo hanno sorpreso con 14 dosi di marijuana già pronte per lo spaccio. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Alcamo, dopo una lunga attività di osservazione e monitoraggio in borghese, hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione di Lekhouidi e hanno rinvenuto le dosi già confezionate. Proprio alla luce dei numerosi precedenti e dello stato di detenzione domiciliare, i carabinieri hanno tratto in arresto il giovane e denunciato la sua ... Continua a leggere »

Tragedia sull’A29, auto precipita dal cavalcavia. Muoiono padre, madre e figlia

incidente

Tragedia sull’autostrada Trapani-Palermo nella notte fra domenica e lunedì 14 agosto, quando una Mercedes Classe A è precipitata giù dal viadotto tra Segesta e Fulgatore. A bordo una famiglia originaria di Palermo ma residente a Villagrazia di Carini. Morti sul colpo il conducente di 49 anni, Roberto Orestano, la moglie Rosa Parrinello di 48 e la figlia di 18 anni, Miriam Chiara. Gravi gli altri membri della famiglia di 22 e 15 anni. Coinvolta nel tragico incidente anche una Lancia Lybra guidata da un castellammarese di 35 anni, anche lui in prognosi riservata. La stradale intervenuta sul posto sta indagando ... Continua a leggere »

Dopo lo Zingaro, tocca a Torre Salsa. Culmone: “è un attacco alle riserve”

“Alla base delle fiamme, sicuramente dolose perché partite da più punti, potrebbero esserci il bracconaggio oppure un più ampio disegno criminale volto ad attaccare il turismo ambientalista, quello vincente che non ha bisogno di colate di cemento”. Lo ha detto l’alcamese Girolamo Culmone all’indomani dell’incendio che ha distrutto il canneto della zona umida della riserva di Torre Salsa che sorge a Siculiana, nell’agrigentino, e che è diretta dallo stesso esponente del WWF. Sono state necessarie circa 6 ore per domare le fiamme nonostante il massiccio intervento dei vigili del fuoco e anche di un aereo anti’incendio del 37° Stormo dell’Aeronautica ... Continua a leggere »

Salva i figli ma muore annegato. Tragedia per una famiglia corleonese

ecco

Si è gettato in mare per salvare i suoi due figli in difficoltà, un ragazzo e una ragazza adolescenti, ma non è poi riuscito a sconfiggere la furia delle onde e le trappole dei fondali. Nonostante poi sia stato portato fuori dall’acqua, Antonio Madonia, corleonese di 53 anni, non è più riuscito a rianimarsi. Finisce quindi in tragedia un sabato al mare per una famiglia di Corleone giunta ad Alcamo Marina, in contrada Magazzinazzi, per trascorrere alcune ore di relax. L’uomo, commerciante, è quindi morto sotto gli occhi dei figli e della moglie. Sul posto sono poi arrivati altri familiari ... Continua a leggere »

Stop ai “domiciliari” ma arresto convalidato. L’alcamese Milazzo torna in libertà

MILAZZO-FABIO--517x330

Arresto convalidato ma senza alcuna misura cautelare. Lo ha deciso il  Gip di Sciacca, Alberto Davico, nei confronti dell’alcamese Fabio Milazzo. Il ventenne era stato arrestato dai militi dell’Arma e dalla forestale con l’accusa di incendio in un’area boschiva demaniale, in contrada Monte Porcello a Salaparuta, estesa per oltre 60 ettari. Fabio Milazzo, tornato quindi a piede libero nonostante la convalida dell’arresto, ha risposto alle domande del giudice Davico e ha sostenuto di non avere alcuna responsabilità nel rogo che ha causato danni ingenti al “polmone verde” gestito dal demanio. Il ventenne alcamese è stato quindi rimesso in libertà ma ... Continua a leggere »

Alcamese piromane arrestato fra i boschi di Salaparuta

MILAZZO-FABIO-

Un giovane alcamese di 20 anni, incensurato, è stato arrestato dai carabinieri di Poggioreale e Salaparuta per un incendio in contrada “Monte Porcello”. Fabio Milazzo è ritenuto responsabile per l’incendio ad un’area boschiva di proprietà demaniale, estesa ettari 60 circa. Le fiamme, per il cui spegnimento a cura di personale del suddetto corpo forestale con l’ausilio di un mezzo aereo, è stato necessario quasi l’intero pomeriggio, hanno causato danni ancora non quantificati e non coperti da assicurazione. Il ventenne alcamese, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari. L’arresto di Milazzo è stato effettuato grazie alla sinergia tra carabinieri ... Continua a leggere »

Ciao Antonio, giornalista e scrittore. Alcamo piange un uomo vero e anti-conformista

AP

Alle 21,59 aveva  pubblicato il suo ultimo post su facebook “La prima verità che ti vien detta a volte è un alibi per le bugie che ne verranno dopo”, poi alle 23,30 circa si è accasciato, in strada, dinanzi alla sua abitazione di via Giovanni Meli, e non si è più rialzato. Inutile il soccorso del 118. Se ne è andato così, a 56 anni, Antonio Pignatello, giornalista e scrittore alcamese, direttore del Tg Oggi di Video Sicilia e precedentemente redattore in tutte le tv locali alcamesi e nelle radio. A fine gennaio aveva avuto un devastante infarto cardiaco e ... Continua a leggere »

Grande caldo: altri 4 giorni di “calvario”, poi le temperature rinfrescheranno

eccola

Lucifero (così si chiama l’anticiclone che sta facendo “squagliare” i siciliani) non molla la nostra isola. Mentre al nord sono arrivate piogge torrenziali e nubifragi, nelle nostre zone si continua a boccheggiare e le temperature rimarranno vicine ai 40 gradi almeno fino a tutto mercoledì. Ieri ad Alcamo il picco è stato di 42°, qualcosina meno a Castellammare del Golfo mentre a Balestrate si è addirittura arrivati a 45 gradi. Questa mattina alle 7, un po’ in tutta la Sicilia, le colonnine di mercurio avevano già raggiunto quota 30 e, poco dopo, tantissima gente era già immersa nelle acque marine. ... Continua a leggere »

Iuventa scortata fino a Trapani. I legali: “Pronto il ricorso”

Un fermo immagine del video diffuso dalla Polizia di Stato, 02 agosto 2017. Sono tre gli episodi sui quali indaga la procura di Trapani e per i quali il gip ha disposto il sequestro preventivo della nave Iuventa della Ong tedesca Jugend Rettet. Il procedimento è a carico di ignoti ed il reato ipotizzato è il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.
ANSA/POLIZIA DI STATO
+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

E’ stata condotta dalla Guardia Costiera nel porto di Trapani la nave Iuventa, sequestrata insieme a tutti i pc alla ong tedesca Jugend Rettet che ora annuncia ricorso. I magistrati procedono a carico di ignoti per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Per i pm, che hanno cominciato a indagare su input di due operatori di Save The Children, almeno in tre occasioni l’ equipaggio della Iuventa si sarebbe spinto a ridosso delle coste libiche per prendere a bordo profughi che non versavano in situazioni di pericolo. L’inchiesta tratteggia un accordo tra Iuventa, diventata una sorta di taxi per i profughi, e scafisti a cui venivano persino restituite ... Continua a leggere »