Home | News | Cronaca (pagina 20)

Dipinti falsi venduti per originali in aste on-line: coinvolti marsalesi e ferraresi

Falsificavano opere d’arte e le immettevano sul mercato, attraverso aste on line, presentandole con false attestazioni di autenticità. Sei persone sono state così denunciate dai carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Palermo nell’ambito di un’indagine coordinata dalla procura di Marsala. Gli investigatori hanno individuato una banda, composta da persone di Marsala e di Ferrara, che realizzava dipinti falsamente attribuiti agli artisti Alberto Sughi e Ernesto Treccani. Le opere venivano immesse sul mercato telematico, attraverso noti portali di e-commerce, a cui gli indagati accedevano con generalità fornite da alcuni prestanome. Con le stesse modalità venivano attivate le schede telefoniche sim per tenere i contatti con i clienti interessati all’acquisto dei ... Continua a leggere »

Lavoro nero: senegalesi pagati 3 euro all’ora per raccogliere olive

cbello

Due imprenditori di Campobello di Mazara ed un collaboratore esterno d’azienda, sono stati denunciati per avere reclutato numerosi lavoratori in nero, sfruttandoli ed approfittando del loro stato di bisogno. Adesso dovranno pagare oltre 51.000 euro di sanzioni per le numerose irregolarità riscontrate dai carabinieri del Nil di Trapani e del Gruppo  Tutela del Lavoro di Palermo. Da diversi giorni, i due imprenditori agricoli campobellesi facevano lavorare 17 cittadini senegalesi, per raccogliere olive in due distinti fondi agricoli, senza contratto, senza controlli sanitari, senza diritti e pagandoli appena tre euro ad ora. Gli imprenditori dovranno così rispondere anche di reati in materia di igiene e sicurezza ... Continua a leggere »

Sempre in voga la “truffa delle pietre preziose”. Quattro arresti nel palermitano

truffa

Nonostante rappresenti oramai un film visto e rivisto, alcuni malviventi continuano ad alimentare e attuare la cosiddetta truffa delle pietre preziose. Così i carabinieri di Palermo, Bagheria e Osio Sotto (BG) hanno sgominato una banda che operava in alcune zone della Sicilia occidentale. Agli arresti domiciliari sono quindi finiti quattro pregiudicati: Massimiliano Billeci di 45 anni, Vincenzo Cannatella trentasettenne, Matteo Li Causi 49 anni e Attilio Immesi di 45. La banda avrebbe messo a segno la “truffa delle pietre preziose” tra agosto e settembre scorsi. Il copione era sempre lo stesso. Dopo aver individuato con attenzione la possibile vittima,  il gruppo criminale ... Continua a leggere »

Minaccia tutti, distrugge porte e finestre dello SPRAR. Arrestato giovane senegalese

Pia Opera Pastore

  Si presenta al centro SPRAR di via Pia Opera Pastore e, nonostante avesse concluso il progetto di accoglienza, minaccia un’assistente sociale della struttura nel richiedere il pagamento del cosiddetto “pocket money”, circa 45 euro che però non gli sono più dovuti. L’operatore chiama quindi la polizia e dal commissariato di Alcamo arriva una volante. Così gli agenti hanno arrestato Lamin Hydara, senegalese di 21 anni, per tentata estorsione ma anche per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane infatti, dopo avere minacciato di morte tutti coloro che cercavano di calmarlo, si è anche scagliato con calci e pungi ... Continua a leggere »

Errore giudiziario. Assolto dopo vent’anni

trapanitribunale

Giuseppe Cirrotta, classe 69 di Campobello di Mazara, è stato assolto dalla Corte di Appello di Caltanissetta nel processo di revisione della sentenza della Corte di Appello di Palermo che il 15.07.1997 lo aveva condannato a 4 anni  e 6 mesi di reclusione per il reato di associazione per delinquere e detenzione, porto illegale e cessione di armi. Dopo oltre venti anni, il caso è risolto grazie alla revisione del processo chiesta dagli avvocati Baldassare Lauria e Laura Ancona, a seguito dell’emersione di nuove dichiarazioni rese da alcuni collaboratori di giustizia, che hanno escluso ogni coinvolgimento del Cirrotta nelle attività ... Continua a leggere »

Sky e Mediaset senza pagare: palermitano condannato a 4 mesi di carcere

guardia di finanza

Pochi giorni fa è stata emessa dalla corte di cassazione la sentenza n°46443 che condanna un uomo residente a Palermo a 4 mesi di carcere per aver violato la legge sulla protezione del diritto d’autore (la 633/741); in particolare, la violazione interessa le disposizioni contenute nell’articolo 171 octies (chiunque a fini fraudolenti produce, pone in vendita, importa promuove , installa , modifica utilizza per uso pubblico e privato apparati o parti elettroniche è punito con la reclusione da uno a quattro anni e con la multa da 2.582,00 a euro 15.493). In questo caso il riferimento è a chi utilizza ... Continua a leggere »

Auto dei carabinieri in allarme: scontro con ciclomotore al termine del corso 6 Aprile

Arriva la chiamata di emergenza dalla centrale per intervenire all’ospedale “San Vito e Santo Spirito” dove un uomo, andato in escandescenza, stava creando non pochi problemi. I carabinieri attivano la sirena e corrono verso il nosocomio ma ad un incrocio vengono presi in pieno da un ciclomotore. E’ accaduto ieri pomeriggio ad Alcamo quando il motoveicolo stava percorrendo il corso 6 Aprile con due passeggeri a bordo. Tutto ad un tratto il conducente ha sentito la sirena ma non è riuscito a fermarsi. Inevitabile l’impatto contro l’auto dei carabinieri che proveniva da piazza Pittore Renda. Sul posto sono immediatamente intervenuti i ... Continua a leggere »

Surdi rassicura la cittadinanza: i nuovi dati forniti dall’Arpa in riferimento all’incendio del centro di stoccaggio della ditta D’Angelo sono nella norma

images

Nel pomeriggio di oggi, tramite Facebook, il sindaco della città di Alcamo ha voluto rassicurare i cittadini con questa dichiarazione: “…Sono arrivati i risultati delle indagini effettuate dall’Arpa a seguito dell’incendio sviluppatosi la scorsa estate presso la piattaforma rifiuti D’Angelo. I dati rilevati sono inferiori ai livelli stabiliti dalla legge e pertanto possiamo sentirci rassicurati…” Lo stesso sindaco ha, altresì, allegato la relazione dell’Arpa nella quale sono riportati i dati che, nel corso del tempo, sono stati rilevati sia in punti nevralgici ove si è ritenuto che potessero essersi depositate sostanze tossiche sul suolo, sia in punti “neutri” come quello ... Continua a leggere »

Balata di Baida: padre e figlio danneggiano il bottino. Il figlio arrestato per droga

fatto

Il raid del 10 agosto scorso ai danni del bottino che serve d’acqua la frazione castellammarese di Balata di Baida, con conseguente stop all’erogazione per alcuni giorni, ha messo in movimento le indagini dei carabinieri che, con servizi di osservazione e monitoraggio, hanno colto in flagranza Salvatore Puma, 26 anni, e il padre A.P. di 50 anni. I due sono stati sorpresi dopo che si erano introdotti nel locale dell’acquedotto con pesanti arnesi da scasso, quali tenaglie, martelli, pinze e piedi di porco, riuscendo a danneggiare varie tubature. La perquisizione successiva nell’abitazione di Salvatore Puma, residente nella frazione castellammarese di Balata di Baida, ... Continua a leggere »

Partinico: squallida storia sentimentale e sessuale. Arrestato insegnante

partinico

Rapporti sessuali con un’alunna minorenne che non aveva compiuto ancora 16 anni. Con questa accusa i carabinieri hanno arrestato a Partinico un professore di 47 anni che aveva intrecciato una relazione con la ragazza. La storia sarebbe nata tra i banchi di un istituto superiore partinicese. Tutto è iniziato lo scorso marzo, quando la quindicenne era andata via da casa. Immediatamente si è attivata la Procura di Palermo e i carabinieri, comandati dal capitano Marco Pisano, hanno raccolto le dichiarazioni della ragazza e hanno scoperto una relazione sentimentale nata in violazione delle norme in vigore e dei doveri connessi con il pubblico servizio di insegnanti. Secondo il Corriere della ... Continua a leggere »