Home | News | Cronaca

Sit-in di protesta, “niente più scuse”: gli studenti del liceo “Ferro” vogliono i riscaldamenti

stud

Dall’inizio dell’anno scolastico non hanno mai funzionato e anzi, anche l’anno prima, riuscivano a dare soltanto un po’ di tepore. Adesso, con il freddo e la pioggia dell’ultima settimana, i locali sono diventati davvero gelidi e gli studenti non ce l’hanno fatta più. Gli studenti del liceo scientifico “Giuseppe Ferro” di Alcamo sabato si erano assentati in buona parte e questa mattina hanno deciso di dar vita a un sit-in pacifico davanti ai cancelli dell’istituto. Si sentono presi in giro dagli organi competenti, soprattutto l’ex Provincia; a maggior ragione questa mattina nel sentire che i lavori slitteranno per il mancato arrivo ... Continua a leggere »

Tentata estorsione e colpi di fucile, arrestato un pastore

carabinieri arrestano

I carabinieri hanno arrestato a Pontenure (Piacenza) con l’accusa di tentativo di estorsione un pastore di 67 anni di Campobello di Mazara, Calogero Randazzo. Avrebbe chiesto 30 mila euro a due imprenditori olivicoli di Castelvetrano. Randazzo è stato tradotto nel carcere ‘Le Novate’. L’uomo, secondo quanto accertato dai militari, nei mesi di settembre ed ottobre del 2017 si sarebbe recato da due imprenditori olivicoli chiedendo il denaro. Le vittime si sarebbero opposte e contro le loro auto, in sosta davanti alle rispettive attività, la notte del 29 ottobre dello scorso sarebbero stati esplosi colpi di fucile calibro 12. Fonte: (ANSA) Continua a leggere »

Morto precipitando da un palazzo. Condannati due imprenditori

infortuni-sul-lavoro

Due condanne a quattro anni ciascuno, per Enrico e Salvo Patanè,  perché non avrebbero garantito l’adeguata sicurezza in cantiere, per la morte di un operaio. Carmelo Giglio, 56 anni, precipitato nel 2011 da un altezza di quindici metri. Ai familiari della vittima, costituitisi parte civile, è stata riconosciuta una provvisionale per i danni. Giglio era alla guida di un bobcat al quarto piano di un palazzo di proprietà della società Poiatti a Mazara del Vallo. Per conto di una ditta di Acireale, della quale i Patanè sono i titolari, stava demolendo alcune parti dell’edificio. Il giudice ha disposto la trasmissione degli ... Continua a leggere »

Pestato ragazzo minorenne da 3 coetanei

ATTI DI BULLISMO

La polizia ha denunciato tre ragazzi accusati di avere picchiato, lo scorso 6 gennaio, un ragazzo di 14 anni loro coetaneo in una stradina senza uscita e poco illuminata del centro storico di Marsala, accanto il “Palazzo Grattacielo” di via Giacomo Curatolo Taddei. L’episodio, diffuso sul web circa tre settimane fa con un filmato effettuato con un telefonino da una ragazza che ha assistito all’aggressione (pare, la fidanzata del picchiatore, nel video chiamato “Ciccio”), fu da input alle indagini che proprio grazie a queste immagini hanno identificato i tre autori del pestaggio. Già lo scorso 24 gennaio, quando il video ... Continua a leggere »

Niente diffamazione e complotto: archiviato il procedimento a carico di Criscenti, Pipitone e Treppiedi

da sinistra Criscenti, Pipitone, Treppiedi

Archiviato dal Gup, su richiesta della Procura, il procedimento a carico dei giornalisti alcamesi Gianfranco Criscenti e Giuseppe Pipitone e dell’ex arciprete di Alcamo, Ninni Treppiedi, scaturito dalle denunce per calunnia e diffamazione presentate dall’ex vescovo di Trapani, Francesco Miccichè, poi rimosso dal Vaticano. La pubblicazione, nell’ottobre 2010, sul quindicinale “L’Isola” diretto da Criscenti, di un articolo-inchiesta su un ammanco di un milione di euro dalle casse della Curia, fece scattare uno dei periodi più buoi della Chiesa trapanese con tutta una serie di fuochi incrociati, accuse, ritrattazioni e colpi di scena. Le indagini settennali sul “curia gate” e sull’ammanco delle ... Continua a leggere »

Sequestrati beni per oltre 10 mln euro al presidente “Trapani Calcio srl”

morace e sede

Beni per per un valore complessivo di oltre 10 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri a Vittorio Morace, socio di maggioranza della “Liberty Lines spa” e presidente della società sportiva “Trapani Calcio srl”. Il decreto è stato emesso emesso dal Tribunale, su richiesta della Procura della Repubblica di Palermo. Il provvedimento scaturisce dalle indagini che portarono all’operazione “Mare monstrum” del 19 maggio scorso. Secondo l’accusa Morace, all’epoca dei fatti presidente pro tempore della società di navigazione “Ustica Lines spa”, “aveva stretto un accordo con Salvatrice Severino, dirigente pro tempore dell’Assessorato ai Trasporti della Regione Siciliana per predisporre e ... Continua a leggere »

Cane impiccato a Campobello di Mazara, ne parlano le Iene

eutanasiacane

Un cane è stato impiccato a un albero in contrada Erbe bianche a Campobello di Mazara. La denuncia su Facebook sta facendo il giro d’Italia con centinaia di commenti indignati; anche su Italia 1  durante la puntata di ieri sera del programma televisivo “Iene Show” è stata commentata la notizia. Il post sulla notizia è stato pubblicato sulla propria pagina Facebook dall’associazione «A…Fido», che se ne prendeva cura e che ha scritto di “offrire una ricompensa in denaro a chi saprà fornire prove per individuare i colpevoli”. Il cane, un randagio Spinone definito “di una bontà unica” e che un’associazione di ... Continua a leggere »

“Acqua contaminata”, intossicazioni alimentari a scuola e in caserma

Trapani_Ospedale_S_Antonio_Abate_2276

L’Azienda sanitaria di Trapani ha emanato ieri mattina il provvedimento di sospensione temporanea dell’attività nei confronti della società “Le Palme” di Paceco che aveva l’appalto di fornitura per i pasti alla scuola di Buseto Palizzolo e alla caserma Giannettino di Trapani. I cibi forniti erano contaminati dall’acqua di un serbatoio in pvc di duemila litri in uso alla ditta che forniva i pasti. “La sospensione – spiega Di Gregorio, direttore del dipartimento di prevenzione dell’Asp – è una misura per tutelare la salute pubblica, ai sensi dell’articolo 32 della Costituzione. Sarà efficace fino al ripristino dei requisiti igienico sanitari da ... Continua a leggere »

Hotspot di Milo, solidarietà per i feriti da Antonino Piritore e Tiziana Pugliesi

MILO TRAPANI HOTSPOT INCENDIO

Diverse le reazioni pervenute dopo l’accaduto all’hotspot di Milo a Trapani, dove sono rimasti feriti alcuni agenti della Polizia di Stato e alcuni lavoratori del centro. Dure le parole di condanna di Antonino Piritore, Segretario generale dell’Ugl Polizia di Palermo e di Tiziana Pugliesi, candidata alla Camera dei Deputati nella circoscrizione di Marsala-Trapani. “Pare che aggredire le forze di polizia e bruciare i centri sia ormai prassi consolidata da parte degli ospiti extracomunitari – commenta Antonino Piritore – una situazione ormai insostenibile. Siamo stanchi di assistere e subire queste forme di guerriglia che vedono sempre più le forze di polizia come il bersaglio ... Continua a leggere »

Tunisini tentano la fuga da “Milo”: incendi, danneggiamenti e poliziotti feriti

Cie-Milo

Erano stati chiamati a sedare una rivolta di migranti avvenuta nell’hotspot di Milo a Trapani e sono rimasti feriti con prognosi fino ad otto giorni. Questo è quello che è capitato ad alcuni agli agenti della Polizia di stato, circa una ventina, intervenuti per evitare la fuga di alcuni migranti di nazionalità tunisina che hanno dato alle fiamme materassi e lenzuola oltre ad aver danneggiato infissi e suppellettili del centro. Avevano atteso l’orario del pasto per creare il disordine necessario alla fuga. L’intervento delle forze dell’ordine ha permesso di bloccare i fuggitivi e riportare l’ordine all’hotspot A differenza degli altri ... Continua a leggere »